Casa, dolce casa


SDC11104

Androne del mio palazzo, stasera, ore 21:15. E' bello tornare a casa.

Questo post è stato pubblicato il 20 gennaio 2010 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

18 Responses to “Casa, dolce casa”

  1. Quel coso è firmato anche a nome tuo?

    RispondiElimina
  2. @Peppe-> No. Tra l'altro sono in affitto, quindi anche tecnicamente non sono un condomino, ma un inquilino. :-)

    @Ubikinred-> No, a Ponte Milvio. Hai presente l'amore, Moccia e i lucchetti? Ecco.

    RispondiElimina
  3. Ecco, lo stile è appunto di Moccia!

    RispondiElimina
  4. Su! Dove l'hai messa la pianta?! ;-)
    Ciao,
    Emanuele

    RispondiElimina
  5. Ok, il tono lascia a desiderare. Ma francamente chi si mette a rubare le piante nel proprio condominio non è che mi sia proprio tanto simpatico, e se succede spesso, come per esempio pare succeda nel mio condominio, la voglia di prenderli a calci in culo viene. O almeno di guardarli in faccia, perché sono cose che io trovo inconcepibili. A voi non viene lo stesso istinto? Ditelo onestamente, io non ci credo

    enrigo

    RispondiElimina
  6. Non sapevo esistessero delle fotocellule a circuito chiuso.

    RispondiElimina
  7. Infatti, non ho ben capito se avete telecamere a circuito chiuso per sorvegliare le piante ( o.o ) o se la fotocellula è, in effetti, una fotocellula e quindi, come tale, inutile per identificare una persona... :P

    RispondiElimina
  8. simpatico folklore locale, nient'altro che Italia

    RispondiElimina
  9. Ma di chi è la colpa?

    Non di aver rubato la pianta, ma dell'abbrutimento delle persone che scrivono i messaggi in quel modo. Anche la calligrafia è inquietante, sembra scritto da un bambino della prima elementare.

    Che questo abbrutimento si sintomatico di una situazione più generalizzata nella società?

    RispondiElimina
  10. ti informi su come viene fatto un riconoscimento visivo grazie ad una fotocellula?
    sono sempre interessato a questi miracoli della tecnologia.. :D

    RispondiElimina
  11. se vuoi la pianta te la porto io... la mia portinaia ha praticamente ricostruito una jungla amazzonica nell'androne del palazzo, se ci impuntassimo potremmo ricevere dei bonus per il riciclo di anidride carbonica offerto...

    RispondiElimina
  12. Dato che si parla spesso di differenze di trattamento tra italiani e stranieri, non posso non segnalare questa simpatica notiziola...

    http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/veneto/2010/01/21/visualizza_new.html_1675818863.html

    RispondiElimina
  13. si tratta sicuramente del
    "condominio dell'amore",
    versione capillare del ben più vasto "partito dell'amore".

    RispondiElimina
  14. forte l'idea della fotocellula !! mi vedo gia' lo 007 del caso che si cala con l'imbragatura e gli occhiali a infrarossi :-)

    RispondiElimina
  15. Bentornato in Italia, paese dell'amore.

    RispondiElimina
  16. Ma non siete un po' retorici con 'sti riferimenti all'amore? Ma che voi, se entra un ladro a casa vostra, reagite con dosi d'amore? Non vi viene un po' di rabbia quando un vostro vicino di casa ruba nel condominio? Non vi capisco...

    enrigo

    RispondiElimina
  17. Rabbia, perchè, enrigo? a me semmai viene pena: chi ruba lo fa perchè non si può permettere di comprare quel che ruba, o perchè crede che quel che è incustodito sia lecito rubarlo. In entrambi i casi è un povero...o di soldi o di spirito.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post