Un presidente del consiglio vergognoso per un popolo altrettanto vergognoso che non insorge


E ho detto tutto.
Il testo.

Questo post è stato pubblicato il 14 gennaio 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

9 Responses to “Un presidente del consiglio vergognoso per un popolo altrettanto vergognoso che non insorge”

  1. Insorgere come? Con la violenza? Siamo autorizzati a reagire con la forza contro un regìme che (ancora) non ammazza nessuno?

    RispondiElimina
  2. QUindi Aldrovandi,Bianzino,Cucchi, Giuliani sono, a tuo avviso, solo incidenti di percorso?

    RispondiElimina
  3. @ giacinto2000

    Si sta parlando delle azioni di un regìme: per quanto quello in piedi mi faccia vomitare non ci sono episodi di squadrismo paragonabili a quelli del ventennio.

    RispondiElimina
  4. Cob allora un paio di lenti per il prossimo compleanno te le regalo.

    RispondiElimina
  5. @ giacinto2000

    Grazie del pensiero. Come biglietto d'auguri però gradirei l'elenco dei dissidenti e degli oppositori politici che sono stati *fisicamente* manganellati, deportati e uccisi negli ultimi vent'anni.

    RispondiElimina
  6. Come paramentro non vedo le ragioni di usare addirittura 20 anni.CI insegna Sartori che nel 2000 non serve militarizzare una nazione ma utilizzare altri metodi. Per questo e' stato da poco introdotto il termine di fascismo morbido. Sempre fascismo rimane ma con un'apparente segno democratico.Ti voglio solo ricordare le false prove introdotte nella scuola DIaz a Genova per incolpare la gente e i tentativi di omicidio dei manifestanti cercando di investirli da parte delle camionette impazzite. Chiedi a Metil quanti episodi di gay picchiati e di scontri tra forzanuovisti e centri sociali. E poi le ronde dove le mettiamo? Quelle che ruciano i barboni, non quele che vigilano per il nostro amore.
    Gli editti bulgari su Biagi,Luttazzi e Santoro valgono quanto il carcere di Pellico, con le dovute differenze.Di dissidenti manganellati ne abbiamo da Napoli del 2000 a ROma 2007 in Piazza Navona. Di deportati ne abbiamo un solo caso, Abu Omar. Di quelli che conosciamo....mentre di fatti sparire dalla circolazione ricordo Rubbia,scappato per le minacce in Spagna. Devo continuare?

    RispondiElimina
  7. @ giacinto2000

    Hai detto tutte cose vere (e per le quali peraltro condivido la tua preoccupazione, tanto che me ne occupo nel tempo libero), ma non c'entrano una mazza con quanto ho scritto nei commenti precedenti.

    (Mi) stavo chiedendo quali mezzi rimanessero in mano a chi non ha più nemmeno la possibilità, in una democrazia rappresentativa, di scegliere chi debba rappresentarlo in Parlamento.

    Se il ducetto di Arcore facesse a Di Pietro quello che ha fatto a Matteotti (tanto per dirne uno) e lo venisse a raccontare in Parlamento penso che le cose sarebbero ben diverse.

    RispondiElimina
  8. Ollallà... addirittura insorgere.
    Premessina: non mi piace Re Silvio, perlomeno quello di questi ultimi anni. Voto altro, faccio altro (anche coi danè, quando serve e ne ho) per le cose in cui credo.
    Ma tu datti una bella calmata... insorgere...
    Saluti.

    RispondiElimina
  9. Abbiamo dei delinquenti al governo. Direi che insorgere è il minimo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post