Ma quali precari, questi sì che bisogna aiutarli


tremonti

Come vi raccontavo qualche mese fa, la sintesi è questa:

  • li sceglie insindacabilmente la curia;
  • li pagano i cittadini, anche se il loro lavoro non si rivolge a tutti;
  • se diventano sgraditi alla diocesi e perdono la cattedra di religione lo stato è obbligato assumerli direttamente;
  • costano circa un miliardo di euro l'anno.
Ebbene, siccome si tratta di lavoratori evidentemente svantaggiati, Tremonti ha deciso di dare loro pure un aumentino in busta paga.

Si vede che la crisi c'è soltanto quando si tratta di non poter abbassare le tasse.

Questo post è stato pubblicato il 16 gennaio 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

18 Responses to “Ma quali precari, questi sì che bisogna aiutarli”

  1. - aumentano la busta paga dei docenti di religione cattolica

    - ficcano un pizzo su qualsiasi tecnologia che contiene memoria (praticamente tutte)

    - aumentano il prezzo della benzina

    Che bastardo questo governo Prodi delle tasse...

    RispondiElimina
  2. http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_gennaio_16/suicidi-san-vittore-sei-casi-2010-record-1602299420233.shtml
    E 6! Media record di suicidi in italia.

    RispondiElimina
  3. eh beh che dire. oltretutto neanche dire che ci sia l'alternativa all'ora di religione che dovrebbe esserci comunque per legge se non sbaglio, chessò, chi non fa religione fa ora di pubblica utilità. sarebbe molto più utile fare qualcosa tipo "volontariato" obbligato di pubblica sociale utilità..questo è sicuro. magari se si spiega alla Santa Sede che l'imposizione è controproducente (ho fatto l'ITI, tutti all'ora di religione, ma diciamo che a parte un professore semisatanista che era piuttosto divertente e fissato con i messaggi subliminali quell'ora produceva bestemmie, anticlericali e compiti a casa per l'ora seguente.

    RispondiElimina
  4. cretinetti, informati prima di parlare, che quello che scrivi sono cazzate, studia un po' prima!!! Tu e i tuoi commentatori: se la scuola non organizza l'ora alternativa di chi è la colpa? Se un docente di religione non è più gradito al vescovo viene licenziato, è scritto nel contratto studia menin!!! Il 98% degli studenti italiani segue l'ora di religione!!!

    RispondiElimina
  5. http://www.repubblica.it/scuola/2010/01/16/news/aumenti_prof_religione-1971395/

    eppoi si tratta di un diritto che tutti già hanno, cioè la possibilità di ricostruirsi la carriera, che ai prof di religione dnon era data, cioè un prof di religione con 20 anni di carriera guadagnava quanto il primo giorno di lavoro ora non è più così... ancora e sempre più cretinetti ignoranti!!! Studiate menin che fa male essere ignoranti!!!

    RispondiElimina
  6. "cretinetti, informati prima di parlare, che quello che scrivi sono cazzate, studia un po' prima!!!"

    L'ignoranza non è una colpa, il problema è quando le si aggiunge la saccenteria. Gli insegnanti di religione che non sono più graditi al vescovo possono essere assunti a tempo indeterminato, passando davanti a coloro che invece fanno regolare concorso. Inoltre, essi hanno dei privilegi riguardo gli aumenti degli stipendi rispetto agli altri precari, tanto che c'è una sentenza della corte di giustizia europea del 2007 che riconosce gli stessi diritti a tutti i precari, perché c'è discriminazione.

    "Tu e i tuoi commentatori: se la scuola non organizza l'ora alternativa di chi è la colpa?"

    Magari della mancanza di fondi, tanto per dirne una. E invece di fornire i soldi per permettere l'attivazione dei corsi alternativi, che devono essere garantiti per legge, che cosa fa il governo? Da una parte taglia i soldi alla scuola pubblica, dall'altra aumenta gli stipendi agli insegnanti di religione, che andrebbero mandati a zappare la terra, o comunque a lavorare fuori dalla scuola pubblica, che dovrebbe essere laica.

    "Il 98% degli studenti italiani segue l'ora di religione!!!"

    Anche fidandomi di questo dato, di cui servirebbe una fonte, si tratta di un dato irrilevante. Aumentare gli stipendi agli insegnanti di religione, e solo a loro, che insegnano una materia facoltativa, quando ci sono continui tagli alla scuola pubblica è semplicemente vergognoso. La religione la si faccia a catechismo, per chi vuole andarci. A questo paese di merda serve tutto tranne che un'ora di indottrinamento finanziata dai cittadini!

    RispondiElimina
  7. credo che lo stato debba dare pari diritti ai SUOI dipendenti, non a quelli celti da enti esterni.
    E' come dire che se un dipendente della Compaq venisse licenziato lo stato dovrebbe riassumerlo per forza in qualche altro posto.
    Ma col cavolo! Ti aiuto a trovare lavoro, ti do sussidi, cerco di impedire che la Compaq licenzi... ma non sono obbligato a trovarti un altro posto di lavoro.

    Basta con questa storia: lo stato assuma dei docenti di religione (e basta, non "cattolica") e faccia della spiritualità una materia come le altre: che faccia media, che sia formativa, che non sia opzionale (in quanto non "di parte").

    RispondiElimina
  8. I commentatori cattolici con che faccia hanno il coaggio di continuare a commentare?

    RispondiElimina
  9. un altro demente con evidenti squilibri mentali che apre la bocca solo per enunciare fesserie che impara stile pappagallo.
    sarei curioso da dove ottiene il dato del 98% visto che non corrisponde nemmeno a quello fornito dalle regioni...

    RispondiElimina
  10. @Blisser:
    Qual'è il dato fornito dalle regioni?

    Grazie,
    DelightfulShoes

    RispondiElimina
  11. Comunque a me il motivo mi pare chiaro: appoggio politico da parte del Vaticano. Gira che ti rigira è sempre la stessa storia, non credete?

    DelightfulShoes

    RispondiElimina
  12. MA siete del tutto fatti, l'avete letto l'articolo di repubblica?
    si tratta di dare a chi lavora da anni la possibilità di essere come gli altri... vi fate di slogan e non sapete leggere i giornali.
    I docenti di religione non avevano la possibilità di ricostruire la propria carriera significa che a 30 anni di anzianità si guadagnava quanto il primo giorno di lavoro...ora è semplicemente possibile ricostruire la carriera e ottenere gli scatti di anzianità.
    é una battaglia del sindacato snadir e non del vaticano, ma siete davvero tutti strani?
    E ignoranti!

    RispondiElimina
  13. fux 89 saccenteria o meno, se l'insegnante di religione non è più gradito al vescovo vinene licenziato e non le cacate che scrivi tu da perfetto ignorante con il botto finale.
    Caz..... di tutto il mondo u nitevi:
    http://www.snadir.it/viewDocument.aspx?id=3181
    qui si spiega cosa sono gli aumenti del cacchio di cui parlate!
    Questo è un esempio di licenziamento in tronc:

    http://dauomo.com/2009/01/insegnante-di-religione-viene-licenziato-per-aver-fatto-vedere-un-film-porno-ai-ragazzini/

    bimbi, è il preside che dà il lavoro non il vescovo, lo sapevate?

    http://www.vivamafarka.com/forum/index.php?topic=78286.0

    http://ilnuovoterritorio.blogspot.com/2009/04/tv-mi-manda-raitre-senza-religione-e.html

    RispondiElimina
  14. @DelightfulShoes

    ecco i dati di cui sono a conoscenza.

    http://www.chiesacattolica.it/cci_new_v3/allegati/4662/tav.1%20nazionali.pdf

    esaminandoli per bene si trovano alcuni trend interessanti.

    RispondiElimina
  15. @gadjo

    Rileggi con attenzione quello che ho scritto, e non capire quello che vuoi capire tu. Ti consiglio di cercare su un dizionario il significato del verbo "potere", e confrontarlo con quello di "dovere". Poi, evidentemente, tu ritieni che la Corte di giustizia europea dica stronzate, quando parla di discriminazione per gli altri precari. Ma evidentemente tu ne sai di più di quei coglioni della Corte di giustizia europea, che sicuramente sono un branco di comunisti.

    Bah!

    RispondiElimina
  16. I commenti di questo invasato e maleducato cattolico a nome gadjo sono molto divertenti. Oltretutto ha allegato dei link, probabilmente, nella speranza che nessuno li legga: mi sono rubato 5 minuti per leggerli, e non dimostrano nulla rispetto a quelle che sono le questioni in ballo.
    Troppo forte. Più hanno torto più sono esagitati.

    fabio

    RispondiElimina
  17. @ fabio che è Anonimo ha detto... 18 gennaio 2010 02.28.00 GMT+01.00

    "Troppo forte. Più hanno torto più sono esagitati."

    è un disturbo conosciuto come dissonanza cognitiva:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Cognitive_dissonance

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post