I cattolici meritano più rispetto dei "mongoloidi"



Altro che chiacchiere: il Grande Fratello è una formidabile cartina di tornasole per capire in che paese di merda viviamo.

Stasera, per esempio, un concorrente è stato espulso perché nei giorni scorsi aveva bestemmiato, offendendo in tal modo tutti i cattolici davanti al teleschermo; mentre annunciava il provvedimento, già che c'era, la Marcuzzi ha colto l'occasione per scusarsi con le famiglie delle persone con Sindrome Down per l'eccessiva disinvoltura con cui alcuni concorrenti continuano ad utilizzare la parola "mongoloide": con il particolare che, scuse a parte, quei concorrenti non sono stati espulsi.

Se ne deduce con una certa evidenza che in Italia bestemmiare è più grave che prendere per il culo i disabili.

Oppure, più probabilmente, che i disabili non contano un cazzo, mentre i cattolici contano eccome.

P.S. Mi scuso per la parolacce (merda, culo, cazzo) che ho usato in questo post: d'altronde, siccome non ho bestemmiato, nessuno dovrebbe avere l'alzata d'ingegno di chiuderlo.

Questo post è stato pubblicato il 26 gennaio 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

33 Responses to “I cattolici meritano più rispetto dei "mongoloidi"”

  1. Pare che il mio concittadino sia molto meno mongoloide di tutto il resto della ciurma. E questo, conoscendo il resto dei miei concittadini, non fa che aumentare a dismisura le mie preoccupazioni sul livello medio del tessuto culturale italiano.Perche' fino a 3 minuti li consideravo il peggio che una comunita' italiana potesse offrire. Quindi devo dedurre che ci sono citta' e aree urbane ben piu' grezze e rovinate sotto il profilo antropologico di quela in cui vivo.

    RispondiElimina
  2. giacinto2000 ma tu che usi la parola mongoloide con disprezzo pensi di essere meglio di loro? anche la definizione "profilo antropologico ti identifica per quello che sei: un razzista che cataloga le persone e non sa che invece lui è un esemplare raro, per fortuna.

    RispondiElimina
  3. il festival dell'ipocrisia. perché la bestemmia (violazione del 2° comandamento: "non nominare il nome di dio invano") è più grave di altre violazioni dei comandamenti largamente praticate dentro alla casa del grande fratello? (così, a occhio mi vengono in mente: "Non dire falsa testimonianza", "Non desiderare la donna d'altri")

    perché la chiesa sembra battersi sempre e solo per le cose più insignificanti come bestemmie, comportamenti sessuali, ricerca scientifica... e non per guerre, violenza, ecc...?

    mi chiedo: se tutti i concorrenti avessero deciso di bestemmiare in diretta cosa avrebbero fatto? avrebbero chiuso il programma da domani? oppure gli interessi economici fanno sì che l'espulsione di uno sia funzionale al programma ma la chiusura no?

    e poi: le persone "religiose" che si sentono offese dalla bestemmia stanno 24 ore su 24 a guardare il grande fratello? una persona religiosa non dovrebbe essere già sufficientemente "offesa" dal programma in sé tanto da non guardarlo?

    RispondiElimina
  4. Ma xche' continuate a guardarlo... sono una gabbia di matti a basta!!... spero proprio che gran parte della gente che e' fuori sia meglio di cosi'

    RispondiElimina
  5. perchè cadere nella strumentalizzazione di due offese gravi entrambe. sono entrambe da no dirsi e da non ripetersi. due offese sia a chi crede che sia a chi è uomo. non puoi amare Dio se non ami il tuo fratello che ti vive accanto.

    RispondiElimina
  6. Hai detto bene, sono gravi entrambe: perché allora chi ha offeso i Down non è stato espulso come quello che ha bestemmiato? Non capisci che così si fa passare il messaggio che l'insulto ai disabili sia meno grave?

    RispondiElimina
  7. solo una cosa, sarebbe il caso di precisare che quelli che non rispettano le persone affette dalla sindrome di down, sono tutti coloro che stanno dietro a questo "grande programma culturale" che è il " Grande fratello"......... Io e tanti milioni di persone, nutriamo un profondo rispetto per loro e tutti coloro che decidono di dedicare tutta la loro vita inseguono il solo scopo di migliorare la qualità di quella degli altri meno fortunati MA PIù INTELLIGENTI DI CERTA GENTE.
    Roby 67

    RispondiElimina
  8. Pardon, correggo la forma precedente..grande rispetto per chi della cura di quelli meno fortunati ne fa una ragione di vita. Roby 67

    RispondiElimina
  9. germano guarda che mi hai totalmente inteso male. Dentro la Casa si danno del "mongoloide". Non io do del mongoloide a loro. QUindi ragionando per le categorie mentali che utilizzano la dentro, il mio concittadino risulta essere il meno disprezzabile. Non in quanto meno mongoloide ma in quanto persona meno dedita a fare i protagonista. Hai capito ora cosa intendevo??

    RispondiElimina
  10. "Pare che il mio concittadino sia molto meno mongoloide di tutto il resto della ciurma." hai scritto così e mi sembra che non sono io ad avere capito male, ma sei tu che eventualmente non ti sei saputo spiegare. poi continui a catalogare le persone, stavolta mentalmente. e comunque, per tua norma sappi che si dice "mi sono spiegato", non "hai capito".

    RispondiElimina
  11. Scusate, sono ateo, anticlericale e blasfemo più di molti altri, ma, purtroppo, qua non si tratta di buon senso, ma di regolamento.
    Mi pare che il regolamento della "casa" preveda l'insulto (in quanto forma di "verità" - in fondo è un reality), mentre sanzioni la bestemmia.
    Da regolamento, dunque, chi dice "mongoloide", "stronzo", "figlio di troia", ecc..., può rimanere in casa, mentre chi bestemmia no.
    Semmai dovremmo far cambiare il regolamento, ma a quel punto converrebe chiudere tutto.

    Il mio sogno è partecipare, arrivare in finale e poi bestemmiare a rotazione in diretta, in modo tale che non capiscano più cosa fare :-D
    (anzi, vincere i soldi, e poi bestemmiare per festeggiare; per referenze chiedere a "Renato del grande fratello ungherese" :-D )

    RispondiElimina
  12. Quanti problemi per aver detto "in culo a gesù" ridendo -_-

    RispondiElimina
  13. anonimo, se pensi che qualcuno dei commentatori o l'amministatore del blog siano tanto polli da criticarti per quello che hai appena scritto, vuol dire che non hai capito niente. vai a cercare lite da un'altra parte

    RispondiElimina
  14. Perche' l'attivita' sessuale pubblica all'interno della "casa";i promiscui letti;le docce fatte davanti al guardone di turno;la violenza fisica dei ceffoni femminil e i calci ai "gioielli" dei maschi ed un linguaggio giornaliero da ribrezzo,non smuovono i vari Comitati ad alcuna protesta,mentre una "bestemmia",ed essa sola, appena percepita in un sommesso dialogo tra due persone,scatena la "furia" perbenista?
    O si accetta il GF come una rappresentazione vera ed accellerata della nostra societa' attuale,oppure se ne decreta la morte,perche' la cosa peggiore sono le censure,specie quelle "settoriali".
    E poi non siamo obbligati a vederlo.
    Anzi,e'anche a pagamento!

    RispondiElimina
  15. Condivido completamente cio che ha affermato samskeyti.
    Se vogliamo mettere il tutto sul piano religioso i ragazzi della casa violano tantissimi comandamenti.
    Perchè allora focalizzare sempre le polemiche sul grande fratello, la televisione è piana di programmi che vanno ben oltre e contro quello che è il credo catttolico, esempio i film porno, grafici pubblicitari che anche per pubblicizzare una merendina fanno riferimento al sesso, politici che discutono in televisione con frasi a dir poco vergognose e parole che sfuggono pure a loro prive di ogni decenza, programmi dove si parla di trans prostitute, sfruttamento della prostituzione dei minori e via dicendo.... allora che facciamo....siccome i cattolici si sentono offesi facciamo si che la politica non esista piu la televisione si limiti solamente a trasmettere programmi cattolici e cartonianimati... oppure sarebbe piu semplice dire che se a talune persone non piace un programma perchè ritenuto poco ortodosso farebbero prima a cambiare canale e smettere di fare polemica gratuita.
    Concludo proprio dicendo come tutti voi che se i cattolici danno solo importanza ad una bestemmia che a mio modesto pensiero Massimo l'ha detta senza alcuna cattiveria ma proprio per sottolineare magari con un termine sbagliato il forte legame che ha con la sorella, e non alla parola mongoloide proprio quelle persone dovrebbero andare velocemente a fare un corso accellerato di cio che vuol dire rispetto altrui perchè anche questo insegna la Chiesa... Rispettare i meno fortunati, e porgere l'altra guancia

    RispondiElimina
  16. E' curioso come la bestemmia sia una consuetudine prettamente italiana, evidentemente il privilegio di ospitare il Vaticano si porta dietro qualche inconveniente.
    Il problema di fondo sta nel voler garantire a tutti i costi degli pseudo-diritti, come la libertà religiosa.
    La questione ha dei risvolti anche satirici a ben vedere.
    Tutte le bestemmie che coinvolgono la parola Dio dovrebbero essere tali per le religioni monoteiste ma probabilmente a un musulmano non fanno né caldo né freddo in italiano, perché da per scontato che chi bestemmia ce l'abbia con il Dio cattolico.
    Ovviamente ben diverso se si inveisce contro Allah, ma dubito che la Marcuzzi insorgerebbe.
    E già qui quindi si capisce che la farsa delle religioni monoteiste è compiuta.
    D'altro canto se uno dice porca vacca in presenza di un indù, probabilmente sta insultando uno sei simboli sacri di quella religione, mentre risulta del tutto inoffensivo dire porca troia (almeno che io sappia...).
    Ugualmente le bestemmie con protagonista la Madonna non possono che colpire il cattolico, perché le altre non riconoscono il primato della Madonna. D'altra parte eventuali bestemmie contro Maometto non toccano minimamente il cattolico o l'ebreo.
    Stranamente "porca Eva" non è considerata una bestemmia. Si potrebbe aprire un bel dibbbbattito su tale annosa questione, in fondo è merito di Eva se esiste un Papa.
    Stranamente non ho mai sentito dire Porco Adamo.

    Questo per dire che, qualora si dovesse agire contro questo genere di offese in TUTTI i casi, come prescrive la costituzione, potrebbero esserci conseguenze anche esilaranti, vedi ad esempio Grapparoli che porta a pascolare il porcellum per contaminare il suolo ed impedire la costruzione della moschea o magari abbuffarsi di salsicce al venerdì.
    E se a un certo punto la minoranza islamica diventasse maggioranza e il Ramadan toccasse anche a chi non è d'accordo?
    Mescolare i falsi diritti delle religioni con le faccende dello stato può essere pericoloso a lungo andare...

    RispondiElimina
  17. De-evoluzione:
    http://www.youtube.com/watch?v=qRrISZAF7lo&feature=related

    RispondiElimina
  18. Il problema sta tutto in una parola: sensibilità.
    Quando sento parlare di offesa alla sensibilità mi vien da mettere mano alla pistola (e grattarmela).
    Chiunque sia. L'ateo contro il crocifisso in classe, il cattolico laziale contro la Bonino, la famigliola contro i due gay di fianco al ristorante, il farmacista contro pillola, il francese contro il velo, l'alpinista induista contro la croce in cima al Monte Bianco (ok, l'ultima è inventata, ma prima o poi succederà).

    Merdosi integralisti travestiti da anime fragili.

    RispondiElimina
  19. il fatto è che i "mongoloidi" non hanno nessun potere,
    mentre se s'incazza il Papa sono cazzi amari,
    ma questo è ovvio,

    semmai il fatto che tanti telespettatori accettino questo pattume e tutto il resto della merda che questi reality fanno schizzare dal monitor
    conferma semplicemente il fatto che anche domani bisognerà stare attenti alla "sensibilità" del cattolico, del tassista o di chi cazzo ti pare che ha una certa influenza,
    di conseguenza si potranno considerare come merde tutti quelli che appartengono a categorie deboli:
    mongoloidi
    negri
    barboni
    pazzi
    ebrei
    froci ecc. ecc.

    RispondiElimina
  20. Ragazzi secondo voi è sbagliato ke Max è stato espulso????????X me si.Ancora oggi io non ci credo.......è vero ha sbagliato ma è vero anke ke si è pentito all istante kiedendo immediatamente scusa agli italiani.Io desidero ke max rientri e voi??

    RispondiElimina
  21. http://www.youtube.com/watch?v=iDLUdvFgb6I

    Bestemmie di Mauro e George.

    RispondiElimina
  22. buonasera a tutti sono Gianni il papà di Mattia un meraviglioso bimbo down.
    Come genitore son veramente indignato di tutto questo, qui si fanno trasmissioni intere quando si offende Balotelli( gesti deprecabili) i quotidiani si indignano tutti se al GF si bestemmia e i disabili?
    Dei disabili non frega niente a nessuno, ma siamo abituati...
    Ma cosa ne sapete dei nostri figli, dei sacrifici che bisogna affrontare, dei viaggi interminabili negli ospedali, le lotte per avere una scuola decente , uno Stato che ci abbandona e se ne frega e nessuno si scandalizza?
    La cosa che mi dà fastidio è la parola mongoloide detta con disprezzo , dietro quella parola c'è un mondo di sacrifici , di emozioni , di traguardi raggiunti, di sorrisi.....e vederla usata in quella maniera da persone ignoranti mi infastidisce molto...
    caro Grande Fratello io delle tue scuse non so cosa farmene....

    RispondiElimina
  23. I disabili non guardano il GF, mica sono così stupidi...

    RispondiElimina
  24. Il signor Metilparaben mi fa sganasciare quando si da delle arie da piccolo moralista di paese

    RispondiElimina
  25. Una mia riflessione sul "grande fratello" formulata in tempi non sospetti e non stimolanti.
    Se avete voglia di leggere.
    http://www.lextra.info/public/piove/?p=143

    RispondiElimina
  26. Il Grande Fratello guadagna punti nella mia classifica personale.
    Andiamo ragazzi: quanti altri programmi hanno il merito di mostrare gli italiani per quello che sono realmente? Meglio di SuperQuark.
    Inoltre svolge la funzione secondaria (ma non indifferente) di tenere in gabbia un discreto numero di imbecilli per un tempo abbastanza lungo e di inchiodare in casa i loro simili nelle serate in cui la trasmissione è in onda.
    Direi che svolge una funzione sociale importante non credete?

    RispondiElimina
  27. e che dire di tutte le persone che offondono ogni giorno con il dispreggiattivo ,porca vacca, ma avete idea di quante persone portano con dignita questo cognome ? propongo a queste persone una denuncia affinche' venga riconosciuta come un oltraggio e con conseguente pagamento dei danni morali da devolvere all'assocciazione down .

    RispondiElimina
  28. In riferimento a quanto scritto dall'anonimo qui sopra sottoscrivo che chiunque esclami "porca vacca" ferisce il sentimento religioso di tutti gli induisti italiani e dovrebbe essere espulso da ogni trasmissione televisiva.

    (si noti che NON sono ironico)

    RispondiElimina
  29. La questione vera non è cacciata si o cacciata no.
    Dato che un regolamento esiste,avrebbero dovuto cacciarlo subito,invece hanno aspettato tre giorni per cacciarlo durante le diretta del lunedì.Il rispetto dei credenti, non centra nulla.
    Il rispetto dei soli credenti cattolici aggiungo,dato che la santanchè si permette di dire,senza aver mai letto il deuteronomio evidentemente, che maometto era pedofilo.Tutto questo in chiaro ed a pomeriggio 5.
    Nessuno caccerà la santanchè dalle ospitate mediaset o rai...

    RispondiElimina
  30. Evviva i falsi testimoni! Lunga vita a loro !
    C'è gente che vanno in chiesa a battersi il petto tutte le domeniche, non bestemmiano,vestono in maniera elegante, si costernano davanti al Signore,sorridono ai bambini down, poi di nascosto li maltrattano , vengono chiamate a testimoniare e testimoniano consapevolmente il falso, d'accordo con altre integraliste cattoliche, fanno condannare un innocente in un processo penale, rovinandogli la vita e la sua famiglia, molti lo sanno , per non dire tutti... ma tutti hanno paura , da cotanta unione .E voi che cosa fareste al suo posto?

    RispondiElimina
  31. Interessante questo post.. il termine "mongoloide" è dispregiativo.. e già da anni fortunatamente non viene utilizzato per indicare le persone con la sindrome di Down... ed allo stato attuale non può altro che indicare chi lo utilizza.
    Io non sono cattolica, ma le bestemmie mi danno fastidio, anche se fossero contro Buddah.
    Che bisogna riflettere sul tema del rispetto in senso ampio, non c'è dubbio...

    RispondiElimina
  32. Una società che concepisce un programma come il "Grande Fratello"e ne decreta il successo è una società marcia e ignorante fino al midollo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post