Pisolo, Brontolo e Bricolo


nani

Federico Bricolo, presidente dei senatori della Lega Nord:

Al ministro egiziano dico che noi non accettiamo lezioni da nessuno, tanto meno dal rappresentante del governo di un Paese dove vengono uccisi cristiani soltanto perche professano la loro fede. Noi qui non discriminiamo nessuno, ma non è benvenuto chi non rispetta le nostre leggi, la nostra storia e la nostra tradizione.
Dopo Pisolo e Brontolo, dunque, è arrivato anche il momento di Bricolo, il quale non ha peraltro chiarito se far lavorare gli esseri umani nei campi per un euro l'ora, e poi prenderli a fucilate nei momenti di noia, faccia parte delle nostre leggi, della nostra storia o della nostra tradizione.

Chissà, magari ce lo spiegheranno Eolo e Mammolo.

Questo post è stato pubblicato il 13 gennaio 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Pisolo, Brontolo e Bricolo”

  1. l'unica vera forza che promuove la tolleranza e la fratellanza è la parola di dio
    a furia di attaccare il cristianesimo, a furia di deleggittimare la chiesa la società italiana ha perso tutta la solidarietà che aveva tutta la capacità di accogliere
    e questo è il risultato
    che vi sia di monito a voi anticlericali

    RispondiElimina
  2. Caro anonimo, risparmiati i moniti: so bene che certi settori della chiesa hanno una posizione assai condivisibile sull'immigrazione e sulla solidarietà, ma togliti dalla testa l'idea che siate voi ad avere il monopolio della tolleranza.

    RispondiElimina
  3. Della nostra storia direi: da bravi fascisti vogliono restaurare l'impero romano, ma lo fanno subdolamente, a cominciare dagli schiavi.

    RispondiElimina
  4. @Anonimo; è sufficiente leggere la bibbia per vedere che la tolleranza e la fratellanza sono sì presenti, ma limitate al gruppo dei credenti. A Pasqua in chiesa si inneggia felici al dio che uccise gli egiziani rovesciando "cavallo e cavaliere". Lo stesso padre nostro significa "padre di noi ebrei". Poi è vero; in alcuni periodi storici alcuni movimenti cristiani hanno fatto anche del bene. Ma è un fatto accidentale, non sostanziale.

    RispondiElimina
  5. Il bello, si fa per dire, è che questi cristiani uccisi dagli egiziani sono, se non sbaglio, copti.
    Insomma si tratta, ahimè, di africani. Gente dalla pelle troppo scura per piacere ai leghisti. Bossi avrà letto sui giornali che in Egitto sono stati uccisi dei cristiani e chissà che avrà pensato. Se questi copti si presentassero in italia non avrebbero un trattamento migliore degli altri immigrati.
    Di sicuro stupirebbero i leghisti: "Ma come ? Sono baluba ma sono cristiani ?
    A.B.

    RispondiElimina
  6. La parola di Dio la stessa che tratta dall'alto in basso tutte le altre fedi?
    La stessa che parla di gay malati e atei incapaci di amare?

    Saccente bravo stai facendo la scelta giusta, stai cominciando a diventare anonimo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post