Spinoza e le singolari spiegazioni di Barbareschi



Datemi retta: andate sul sito di Luca Barbareschi e guardatevi il filmato con cui risponde alle accuse di aver copiato alcune battute del suo show da Spinoza. Io l'ho trovato tanto esilarante che ho deciso di impiegare una mezzoretta a sbobinarlo (con qualche difficoltà, peraltro, ché il video non ha manco il tasto pausa): eccovelo, intercalato da alcuni appunti che spero mi perdonerete.

La cosa più divertente
Sì, ecco, chiamiamola divertente.

è nata dopo la prima puntata di Barbareschi Shock, che spero abbiate visto,
Io no, ma andiamo avanti.

e sulla polemica nata sul fatto di prendere o non prendere delle informazioni sulla rete.
Direi prendere, più che non prendere, visto che in effetti le battute Barbareschi se le è prese.

Ora ovviamente la scelta che è stata fatta editorialmente da me per il programma è stata di fare un programma cross-mediale: cosa vuol dire?
Ecco, sentiamo cosa vuol dire.

Che noi possiamo attingere liberamente da quelli che sono i blog, da quelli che sono i filmati, da quelle che sono tutte le informazioni che vengono dalla rete.
Certo che si può: basta citare la fonte, cosa che tuttavia, nella circostanza, non mi risulta sia avvenuta.

E' ovvio che è stata una provocazione, una provocazione divertente
Non mi pare per niente ovvio, né che sia una provocazione, né che sia divertente: casomai, al limite, poteva essere una provocazione se ci fosse stata un'autodenuncia alla fine delle puntata, ma se uno aspetta che lo becchino con le mani nella marmellata direi più che altro che ci ha provato e gli è andata male.

a cui hanno abboccato, il famoso popolo (enfasi ironica) della rete, il popolo che vuole la libertà,
Diamo a Cesare quel che è di Cesare: questo genere di ironia non deve averla presa da Spinoza, perché non fa ridere neanche un po'.

perché io ho fatto anche una proposta di legge in questi anni, contro il fatto che vengano saccheggiate informazioni o filmati da invece produzioni private, perché la rete sono anni che condivide musica e contenuti senza pagare nulla.
Appunto: uno fa un progetto di legge per proteggere i contenuti delle major e poi saccheggia quello dei blog? Mah.

Ora nel momento in cui io con la mia trasmissione finalmente faccio il contrario,
Ahhh, finalmente, non vedevo l'ora.

cioè porto la rete dentro la televisione generalista -è ovvio con un guadagno, certo, io vengo pagato, per cui questo è naturale-,
Ah sì, è naturale? Cioè, se uno copia una canzone per ascoltarla commette un illecito, e se un altro ruba una battuta per guadagnarci no? Punto di vista singolare, non c'è dubbio.

il popolo della rete, il popolo della libertà, in questo caso non politico ma della libertà della rete (sorriso),
Altra battuta non copiata: non fa ridere manco questa.

si ribella perché dice: ohibò, il diritto d'autore!
A parte che quelli di Spinoza non hanno detto "ohibò" (almeno mi pare), ma poi non mi risulta che abbiano parlato di diritto d'autore: hanno semplicemente detto che erano state prese delle battute dal loro blog senza chiedere il permesso e senza citare la fonte. Non è esattamente la stessa cosa.

Ma com'è questa storia? Quando si rubano i filmati o la musica allora non bisogna pagare,
Be', per la verità lo dice la parola stessa: se uno (sempre secondo l'opinione di Barbareschi) "ruba", allora non bisogna pagare. Diciamo che è implicito nella parola, ecco.

quando uno osa prendere una battuta
Ah, ecco, ho capito la logica: se uno scarica la musica si dice che la ruba, mentre se Barbareschi ruba una battuta si dice che la prende.

peraltro, come accade su alcuni blog, scritta non si sa da chi,
Veramente su Spinoza c'è scritto, di chi sono le battute, ma lasciamo correre.

perché il peer-to-peer prevede che ognuno scambia informazioni, per cui alla fine non si sa più chi è l'autore,
Questa è bella: che c'entra adesso il peer-to-peer con i blog? Mi punge vaghezza che Barbareschi non sappia di cosa parla.

nel caso poi della mia trasmissione spesso sono i miei stessi autori a scrivere sui blog le loro battute perché sono degli smanettatori giovanissimi
Non sono sicuro di aver capito: per fare la trasmissione gli autori mettono le battute sui blog e poi Barbareschi se le deve andare a cercare, così, per il gusto di prendersele? Che curiosa procedura.

allora la rete si ribella. Bene, io sono molto contento di aver visto le prima pagine di Corriere, Giornale, Repubblica che parlano di questo tema:
Più verosimilmente sarà contento del fatto che, bene o male, parlano di lui, ma questo è un altro discorso.

mi spiace solo che riportino solo i commenti negativi; questa è un'altra cosa scorretta che fanno spesso i giornali, cioè prendono una non-notizia, cioè un commento di cento persone, la riportano sulla televisione generalista o su un quotidiano generalista e la trasformano in una grande notizia.
Vediamo se ho capito: il fatto che Barbareschi abbia preso le battute da Spinoza è una non-notizia? Nel senso che non è vero? E cos'è, allora? Un commento di cento persone? Ma un commento a cosa? A una notizia, direi: più precisamente, alla notizia che quelle battute stavano su Spinoza, Barbareschi se le è prese e non ha citato la fonte dalla quale provenivano. Più che una non-notizia, mi pare che si tratti di una notizia con cento commenti. Il che, se me lo permettete, è una cosa appena appena diversa.

Anche questa è un'altra riflessione:
Oltre a quali altre, se non sono indiscreto?

una non-notizia è una notizia vera o è il commento di un singolo
Siamo al surrealismo: se qualcuno è in grado di attribuire un senso compiuto a questa frase gli mando a casa un premio.

che a questo punto potrebbe scrivere anche sui muri la propria opinione ma che lascia veramente il tempo che trova?
Non sono sicuro di aver capito. Non c'è dubbio che l'opinione di uno qualunque, ad esempio la mia, lasci il tempo che trova, ma ciò non toglie che le battute degli altri sarebbe meglio non copiarle. Comunque sia, provvederò a stampare questo post, ad armarmi di vernice e a ricopiarlo diligentemente sul muro qua sotto.

Che volete, anche da queste parti siamo cross-mediali di brutto.

Questo post è stato pubblicato il 26 gennaio 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

34 Responses to “Spinoza e le singolari spiegazioni di Barbareschi”

  1. crossmedialità forevah
    chissà da chi ha copiat...pardon, preso questa parola

    RispondiElimina
  2. Grazie per la "sbobinatura", quoto in toto i tuoi commenti sulle frasi di Barba(Ruba)reschi.
    E' giusto che anche "gli spinozi, nel loro piccolo, s'incazzino".

    RispondiElimina
  3. La cosa paradossale è che è riuscito nell'intento di rubare materiale divertente per trasformarlo comunque in merda.

    RispondiElimina
  4. My two cents.. Uno fra Barbacoso (dubito) o i suoi autori (più probabile) ha copiato APPOSITAMENTE Spinoza per far parlare di un qualcosa di insignificante come la sua trasmissione..
    Spinoza ha una certa fama a livello italiano, sapevano dove si andavano a infilare.. E hanno scelto di passare per ladri piuttosto che essere ignorati.
    Ben coerenti con la cultura del "purchè se ne parli" che spadroneggia in determinati ambienti Italiani..

    RispondiElimina
  5. La7 è passata da Luttazzi a Barbareschi.
    Direi che come descrizione della linea editoriale è abbastanza chiara.

    RispondiElimina
  6. Grazie a Metilparaben per la pazienza nella sbobinatura (e per lo stomaco, capace di sorbirsi più volte un filmato di Barbareschi senza antiemetici). Parafrasando Hicks, se lo leggi al contrario, sembra sensato.

    Gli amministratori di Spinoza stanno valutando se prendere provvedimenti. Ma anche no.

    RispondiElimina
  7. rubo anch'io una battuta:
    "la Spagna è avanti a noi perchè ha avuto la fortuna di avere Franco"

    RispondiElimina
  8. Certo che si può: basta citare la fonte, cosa che tuttavia, nella circostanza, non mi risulta sia avvenuta.

    hanno semplicemente detto che erano state prese delle battute dal loro blog senza chiedere il permesso e senza citare la fonte

    Tecnicamente, no.

    Spinoza protegge le sue opere mettendole sotto la protezione del diritto d'autore (i.e. non rilasciandole come pubblico dominio) adottando una licenza CC BY-NC-ND, che non mi obbliga in nessun modo a informare l'autore del fatto che riuso il suo lavoro da qualche altra parte.

    Il fatto che nella pagina delle info ci sia scritto "Se volete usarle, siamo contenti, però ditecelo" è in contraddizione con la licenza.

    Tuttavia, la stessa licenza CC:

    1) obbliga l'attribuzione della paternità dell'opera ai suoi autori (cosa che Barbareschi non ha ovviamente fatto);

    2) non ne consente un uso ai fini di lucro (Barbareschi invece dal suo show ci guadagna, come ha candidamente ammesso);

    3) non ne consente opere derivate, e direi che inserire queste battute in uno show più ampio possa classificarsi come opera derivata.

    RispondiElimina
  9. cmq.
    è un uomo stupido.
    ha preferito il latte alla vacca.

    così non ti fai amici, non ti crei una squadra di autori e/o collaboratori.
    così fai solo una figuremmerda.
    per un po' di latte.

    RispondiElimina
  10. Non ce la farei a sentire queste idiozie in tv senza uscire pazzo. Complimenti per la forza d'animo nell'averlo addirittura riguardato sul web.

    RispondiElimina
  11. @peppe: una piccola aggiunta. Il contenuto del blog Spinoza è coperto da CC LIMITATAMENTE AL WEB. Per gli altri casi, all rights reserved. O sbaglio?

    RispondiElimina
  12. @Blepiro:

    è vero (nel senso che c'è scritto sul sito), ma è un aspetto su cui chiederei lumi ad avvocati. Non sono per niente sicuro che uno possa adottare la CC e contemporaneamente porre limitazioni alla distribuzione dell'opera, che appunto sono in contraddizione coi termini di licenza (vedi a tal proposito i punti 3 e 4a)

    RispondiElimina
  13. ohibò.
    la lettura dello sbobinato non è stata uno scherzo per il mio stomaco.

    RispondiElimina
  14. Ho molto apprezzato il tuo intervento.
    Bravissimo.

    RispondiElimina
  15. Se lo faceva a Luttazzi, doveva vendersi le mutande.

    Matteo.

    RispondiElimina
  16. Spero che un giorno il maialino e la tartaruga di Cannibal Holocaust ritornino dalle tenebre per riscuotere i loro diritti d'autore.

    RispondiElimina
  17. Tiziano, maialino e tartaruga sono previsti prossimamente, giusto a rispolverare il genere di individuo...

    RispondiElimina
  18. Barbareschi ha ragione quando dice che ha commesso lo stesso reato di chi scarica la musica da Internet. Già, pochi anni or sono hanno abilmente sostituito la parola lucro (= farci soldi, tipo vendendo CD pirata) alla parola profitto (che comprende anche il risparmio dal non comprare la musica). A parte la scelta discutibile, mi chiedo... e quindi? Quanto meno mi sembra giusto che lui paghi, come tutti i trasghessori... o si vuole avvalere in anticipo dell'immunità? Poi, vista la sua posizione da persona pubblica, personalmente gradirei che (1) da uomo di spettacolo chiedesse scusa pubblicamente, citando una buona volta le fonti, e (2) da uomo politico evitasse di portare avanti crociate in cui nemmeno lui dimostra di crederci.

    Ma forse sono solo un utopista...

    RispondiElimina
  19. il bello è che secondo l'attuale legislazione chi scambia file su peer to peer non fa alcun reato, mentre chi si attribuisce la paternità di un'opera viola la legge 1941/633 art. 6 e successivi: http://www.d-a-c.it/doc/doc-1941-633.htm

    RispondiElimina
  20. Ali baba-reschi e i 40 ladroni.
    Ma perché non fate un'opera pia e gli buttate voi giù una linea di difesa decorosa?
    Sarebbe l'apoteosi del situazionismo internettiano.

    RispondiElimina
  21. @ anonimo...
    linea di difesa per barbareschi? me ne viene in mente solo una. infermita' mentale....

    RispondiElimina
  22. A me dispiace più per La7 sinceramente..

    RispondiElimina
  23. Ma sto scienziato di barbareschi non faceva il gioco delle coppie a canale 5?
    Perchè non torna a farlo????

    RispondiElimina
  24. non ci vuole una grande intelligenza per ...sgamare la cialtroneria barbaresca! Dopo 2 minuti di ascolto superficiale ho dovuto cambiare in fretta canale:la nausea si stava trasformando in conati!...
    Bianca

    RispondiElimina
  25. Scrivetegli:
    http://www.lucabarbareschi.it/pulsantoni/contatti.png

    RispondiElimina
  26. Avete letto questo?

    http://diparipasso.com/2010/01/26/barbareschi-sciocka-la-rete-ho-copiato-da-spinoza-it-scacco-dnews-260110/

    "Internet in Italia l’ho portato io anni fa insieme a pochissimi altri – continua il deputato – lo conosco bene sotto ogni punto di vista."

    -- Fabrizio

    RispondiElimina
  27. HAHAHAHAHA :-)

    http://barbareschi.blogspot.com/

    "Luca Barbareschi ha portato Jimi Hendrix al suo primo saggio di chitarra."

    -- Fabrizio

    RispondiElimina
  28. Ahahahahah

    Ho trovato questo post esilarante.

    Ad ogni modo, i sembrava uno sbruffone prima, ma ora che è entrato in politica(dalla parte sbagliata per me, ma direi GIUSTISSIMA PER LUI)si mostra per un borioso rosicone con talento scarso compensata da speranza di menarci per il naso che invece abbonda.

    Il popolo di internet è più sveglio di lui.

    In genere chi compie un reato o si costituisce o parteggia per i correi: gli uomini di destra solo la sola specie in grado di commettere reato e nel contempo affermare di esser fermamente contro.

    Se non fossero uno scherzo del destino da soli, sarebero da prendere a randellate sui denti.

    RispondiElimina
  29. Quanto a me... il giorno che mi deciderò a rileggere il commento PRIMA di pubblicarlo anzichè dopo, non dovrò chiedermi "quanti punti-credibilità perderà il concetto che ho appena espresso, una volta associato ad un' analfabeta?"

    RispondiElimina
  30. Esilarante!
    L'onestà non è un'opinione.

    RispondiElimina
  31. "Internet in Italia l’ho portato io anni fa insieme a pochissimi altri"

    Aaaah ahh ah!!! Aaaah ahh ah!!!

    E' un complotto! Uno scandalo internazionale! Sto studiando la storia di Internet su vari testi. E' pieno di ingegneri, scienziati, geniali pionieri, eppure non ho mai letto nemmeno una parola su questo eroe nostrano. Tutta colpa degli storici comunisti?

    RispondiElimina
  32. Geniale!
    Non meriterebbe nemmeno tutta questa attenzione, ma spinoza deve avere il giusto riconoscimento.

    RispondiElimina
  33. per un attimo ho pensato di cliccare veramente sul link al sito di luca barbareschi...

    RispondiElimina
  34. ...è il concetto base della vecchia "Casa delle Libertà": ognuno fa un po' come gli pare!! :(

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post