Colpevolezza di esistere, libertà di massacrare



Roberto Maroni sui disordini di Rosarno:

E' una situazione difficile come in altre realtà perché in tutti questi anni è stata tollerata, senza fare nulla di efficace, un’immigrazione clandestina che ha alimentato da una parte la criminalità e dall'altra ha generato situazioni di forte degrado come quella di Rosarno.
Fate attenzione: se gli immigrati vengono costretti a lavorare sotto al sole 14 ore al giorno per la miseria di un euro l'ora, se gli tocca dormire ammassati dentro a dei letamai che farebbero ribrezzo pure alle pantegane, se vengono quotidianamente umiliati, mortificati, derisi, se in qualche caso si finisce perfino per sparargli addosso, sapete di chi è la colpa?

Loro, naturalmente, perché sono entrati clandestinamente in Italia; loro e di chi ha consentito che arrivassero.

Mica di chi li schiavizza, li mortifica, li usa per il tiro a segno; macché, la colpa è degli immigrati e di chi li ha tollerati, come se il fatto stesso che loro ci sono, che si trovano fisicamente nel nostro paese, implichi in modo ineludibile il fatto che chiunque possa prendersi la libertà di trattarli peggio delle bestie; come se la responsabilità di questi aguzzini, di questi schiavisti, di questi massacratori di esseri umani debba essere considerata del tutto irrilevante; come se di fronte a un negro che non ha i documenti in regola la reazione prevedibile, normale, automatica di un autoctono qualsiasi sia quella prenderlo e disporne a suo piacimento, come se si trattasse di una cosa.

Loro, gli immigrati clandestini, sono colpevoli del fatto di esistere; gli altri, in ragione di ciò, diventano irresponsabili per ogni atrocità posta in essere nei loro confronti.

No, dico, vi rendete conto?

Questo post è stato pubblicato il 08 gennaio 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

20 Responses to “Colpevolezza di esistere, libertà di massacrare”

  1. Mentalità leghista + mentalità mafiosa + leggi razziali + fucili=??

    Pulizia etnica? Lupare bianche che diventano nere o "negre"?

    Ogni giorno un passo avanti per loro, un passo indietro per la civiltà e l'evoluzione. Mi chiedo dove arriveranno.

    RispondiElimina
  2. La colpa, oltre che degli schiavisti, è del governo, perché permette che l'illegalità persista!

    RispondiElimina
  3. Questo governo E' l'illegalità.
    E il popolino adora quella gentaglia, perché vorrebbe essere come loro: criminali impuniti in giacca e cravatta.

    RispondiElimina
  4. Sono con gli immigrati, sempre e comunque

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Ora più che mai siamo in dovere di sostenere i nuovi cittadini italiani, aderiamo numerosi allo sciopero del primo marzo 2010!

    RispondiElimina
  7. Non potrei essere piu' d'accordo con la tua indignazione.

    RispondiElimina
  8. Qualcuno mi dovrebbe spigare la differenza che passa la Lega Nord ed il partito Nazionalsocialista tedesco, prima che riuscisse a diventare governo totalitario.

    RispondiElimina
  9. Che i Nazi almeno nelle prima fase potevano contare sul supporto di buona parte degli intellettuali tedeschi, su tutti Heidegger (anche se poi si è parzialmente ravveduto). La Lega manco quello ha, è un partito in mano a degli ignoranti burocrati di provincia che in provincia appunto vogliono tyrasformare l' Italia, che, anche se non sembra rimane uno Stato (forse)

    RispondiElimina
  10. Per le stesse ragioni sono anche meno pericolosi dei crucchi. La loro follia è meno "scientifica" rispetto ai suddetti

    RispondiElimina
  11. Ma dai, lasciatelo stare... poverino... già da ragazzino tutti a dirgli che era un imbecille,.. figuratevi che lo facevamo giocare a calcio con noi solo perchè portava il pallone!!! Adesso anche voi asserite che è un coglionazzo.. e se poi se la prende e diventa ancora più stupido???? difficile ma può succedere.... D'altra parte a stare con Bossi cosa ci si potrebbe aspettare di meglio???

    RispondiElimina
  12. Eccolo che è arrivato il "buonista" con i soldi degli altri!!! Visto che sei così BUONO portateli a casa tua, sti immigrati clandestini. Questo è solo l'inizio, vorrò vedere quando sfasceranno LA TUA MACCHINA, e succederà, perchè queste orde di milioni di persone DEVONO tornarsene a casa. Con questi disgraziati la malavita prospera, visto che li paga 20 € al giorno, dove sono i controlli INAIL? dove i controlli INPS? Dove sono gli ispettori del lavoro? Dove sono i sindaci che vedono migliaia di persone nel loro comune .. oppure fanno finta di nulla? dov'è la legalità? Solo al nord sindacati, ispettori e quant'altro perseguitano le aziende al limite del ridicolo. Quando ci sarà la legalità al sud?
    Con il "buonismo" dei "dentro tutti" questi sono i risultati, carne da macello per le mafie, ndranghete ecc.. e qui non mi si dica che c'entra il razzismo, per favore..!!

    RispondiElimina
  13. Non è questione di buonismo, ma di logica. Tu ti chiedi dove siano i controlli dell'INPS, dell'Ispettorato, dei sindaci, e fai una domanda corretta: però quella domanda bisogna farla all'INPS, all'Ispettorato e ai sindaci, non agli immigrati. Insomma, la colpa della situazione di Rosarno è della mafia, mica dei clandestini, che sono delle vittime della mafia. Poi tu mi dirai: se non ci fossero i clandestini allora la mafia non potrebbe sfruttarli. Benissimo, ma cosa mi diresti se ti rispondessi: se non ci fossero le donne, gli stupratori non potrebbero stuprarle? Noi trovi che zoppicherebbe un po'?

    RispondiElimina
  14. Sai quanti sono gli ispettori INPS nell'area dell'altro ionio cosentino? 30000 imprese dichiarate (la maggior parte fittizie, create solo per rubare i sussidi statali)??

    esattamente 3 (TRE). E 2(DUE) ispettori del lavoro.

    Poi mi spieghi come fa uno a controllare? Ammesso che ne abbia la voglia, s'intende...

    No, giusto per puntualizzare eh..

    RispondiElimina
  15. purtroppo mi rendo conto molto bene: ora vado a farmi una sbronza di maalox, chissà che l'acidità se ne vada.

    RispondiElimina
  16. Leggo da Repubblica e Sole24ore che due immigrati sono stati "gambizzati".. E vorrei sapere quanti a Rosarno sono contro gli immigrati.. e quanti invece sono contro la 'ndrangheta.. xchè temo che la seconda parte sia nettamente in minoranza..

    RispondiElimina
  17. La colpa è *sempre* del negro, non dirmi che non lo sapevi...

    RispondiElimina
  18. a nessuno viene in mente (e al governo men che meno) che di questo passo arriveremo ad una sorta di guerra civile. E allora saranno dolori, altro che macchine sfasciate!
    Come potranno mai "tornarsene a casa loro"? sono più di noi, più giovani, e noi a casa loro siamo andati per lo più per derubarli. Che ci piaccia o no, dovremo comunque accettarli. Siamo il 20% della popolazione mondiale e abbiamo accesso all'80% delle risorse:non potrà continuare per sempre.

    RispondiElimina
  19. Il cirmine principale di queste persone non è nemmeno avere la pelle nera, ché i rosarnesi ci passan sopra se "loro" sgobbano abbastanza e per una paga sufficientemente da fame.

    Il crimine di tutti gli immigrati è il pretendere diritti. Voler avere un ruolo che vada oltre lo spaccarsi la schiena nelle fabbriche 'padane' o pulire deretani di vecchi 'padani', spazzare case 'padane' o simili. Vogliono essere riconosciuti come persone, come soggetti con cui interloquire, come persone che possono avere diritti, conto in banca e la dignità d'essere salutati per strada.
    L'italiota medio che "io sono per l'integrazione, però al nonno gli ho messo la badante clandestina, così costa meno e fila" è favorevolissimo al singolo immigrato, sfruttabile, da trattare un po' come l'eterno bambino o bestia, su cui sfogare ataviche frustrazioni (da bianco povero). Comodo il "neretto" che salda e sta zitto, la "neretta" che lava il nonno e pulisce il moccio al bambino e sta zitta, anche la ragazzina dell'Est che soddisfa le fregole notturne. Tuttti comodi e zitti, un'utile massa, fan tanto comodo sì sì e a costo zero.... però non chiedano diritti! Ché il datore di lavoro in nero/ il cliente abituale ha paura (di sentirsi uguale o inferiore) se il meccanico senegalese o il contadino ghanese o la badante colombiana hanno i suoi diritti e le sua dignità sociale. E dovesse pure salutarli per strada...

    Vetriolo

    RispondiElimina
  20. Massima solidarietà agli immigrati.

    Massimo disprezzo a Maroni e ai leghisti TUTTI.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post