Così, solo per dire che lo sdegno ha i paraocchi

Immediata, e durissima, la reazione del Pdl. Parte in quarta Maurizio Gasparri, capogruppo del Pdl al Senato. "La vignetta, se così si può definire, rappresenta una vergognosa offesa alle vittime della tragedia aerea che ha decimato il vertice della Polonia. Pur di augurare la morte a Berlusconi e al governo italiano, il giornale ha toccato punte di aberrazione indefinibili. Il cinismo e l'odio spinti alle estreme conseguenze, oltretutto a spese dei cittadini. L'Unità si vergogni per quanto pubblicato"
Poi interviene anche il portavoce del Popolo delle Libertà. "C'è da rimanere allibiti dinanzi a una simile caduta di gusto. Quando l'odio contro Berlusconi raggiunge questi livelli, non ci sono neppure parole adeguate per commentare. C'è solo da augurarsi che Staino stesso e la direttrice de L'Unità De Gregorio vogliano scusarsi, e che anche tanti uomini e donne di sinistra facciano sentire il loro sconcerto".
La città di Lockerbie deve la sua rinomanza internazionale per essere stata il luogo dove, il 21 dicembre 1988, si sono schiantati i resti del volo PA 103 della Pan Am esploso in volo a causa di un attentato terroristico, perpetrato con un ordigno esplosivo nascosto nella stiva del Boeing 747-121. Oltre a tutti gli occupanti dell'aereo (259 persone) nell'attentato perirono anche 11 abitanti di Lockerbie. Prima dell'11 settembre 2001 il disastro di Lockerbie era l'attacco terroristico più sanguinoso condotto contro un aereo civile. Le indagini sull'incidente evidenziarono che si trattava di un attentato e che era stato utilizzato dell'esplosivo. Due uomini, accusati di appartenere ai servizi segreti libici, furono individuati come responsabili di aver piazzato la bomba. Abdelbaset ali Mohamed al-Megrahi fu condannato all'ergastolo nel gennaio 2001 dopo un processo di 84 giorni presso una corte scozzese, che eccezionalmente si riuniva presso Camp Zeist nei Paesi Bassi. Ha scontato la pena fino al 20 agosto 2009 nella prigione di Greenock vicino Glasgow. Il presunto complice di al-Megrahi, Al Amin Khalifa Fhimah è stato scagionato. Il ricorso contro il verdetto presentato da al-Megrahi nel 2002 è stato respinto. Nel 2005 un ufficiale della polizia in pensione si è fatto avanti sostenendo le affermazioni, già fatte in precedenza (2003) da un ex-agente della CIA, secondo le quali le prove contro al-Megrahi sarebbero false e costuite ad arte. Al-Megrahi è stato detenuto in un carcere scozzese fino al 20 agosto 2009, data nella quale è stato scarcerato per ragioni umanitarie (in quanto malato terminale di cancro alla prostata). Il giorno seguente il governo libico ha permesso il suo rientro in patria (con l'aereo personale del colonello Gheddafi) accolto come "un eroe nazionale".

Questo post è stato pubblicato il 12 aprile 2010 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

21 Responses to “Così, solo per dire che lo sdegno ha i paraocchi”

  1. non si vergognano di niente questi.

    RispondiElimina
  2. io mostrerei il mio sdegno, ma ho la roba sul fuoco...

    RispondiElimina
  3. insomma, non mi sembra di buon gusto,in ogni caso. Almeno per rispetto ai parenti delle vittime. Non piamgo certo per l'omofobo Kaczinsky, ma quella vignettanon l'avrei pubblicata.

    RispondiElimina
  4. Penso che nelle intenzioni di Staino vi fosse di guardare all'Italia più che alla tragedia. E poi è satira.

    RispondiElimina
  5. semplicemente staino..un genio!

    RispondiElimina
  6. Diciamo che c'è satira e satira. Staino è un bravo cartoonist, ma ha prodotto vignette mmigliori

    RispondiElimina
  7. 16 anni di propaganda hanno mistificato anche il significato della satira.
    Ci si dovrebbe vergognare di giudicarla senza sapere cosa sia.
    Se non la si capisce bisognerebbe avere il buon senso di informarsi prima di commentare.
    L'abitudine di far precedere la parola al pensiero rende più poveri, più ignoranti e più servi.
    La cultura è l'unico vero antidoto al nuovo dispotismo.

    RispondiElimina
  8. Berica sposami!!!!!
    Scherzi a parte, in questo paese si è persa davvero di vista cosa sia l'essenza della satira. Per quanto riguarda il governo poi, non l'hanno mai avuta. Un governo accentratore e fascista mal sopporta la satira.

    RispondiElimina
  9. In teoria si sarebbero dovuti offendere i polacchi,
    in realtà Staino è colpevole di presupposta lesa maestà.
    Comunque Berlusconi è sempre per aria...
    non si sa mai...

    RispondiElimina
  10. Ci manca solo Bondi a vaneggiare sul "clima di odio che si sta creando"

    RispondiElimina
  11. in questo momento al fatto del giorno, rai2, si parla proprio di questo...
    Paragone, Santanchè, Bocchino...

    un sacchetto per il vomito...

    RispondiElimina
  12. fantastica la vignetta/risposta di oggi di staino:

    http://www.wittgenstein.it/2010/04/12/gli-inzaghi-della-politica/#comments

    RispondiElimina
  13. Si ha il diritto di non apprezzare una particolare vignetta senza per questo essere sospettati di non capire o anon apprezzare la satira in generale. OK?

    RispondiElimina
  14. Staino ha copiato: io e mia moglie, nell'apprendere la notizia dell'aereo caduto abbiamo detto le stesse cosa della sua vignetta. Eppure non siamo cattivi, e non abbiamo nemmeno riso. Non c'è niente da ridere a pensare da chi siamo governati.

    RispondiElimina
  15. mi sono fatta un giro su ilgiornale a leggere
    i commenti alla vignetta

    maronnamia che gentaccia

    RispondiElimina
  16. Opportuna o inopportuna, i capoccia dovrebbero occuparsi di altro...

    RispondiElimina
  17. ha solo espresso quello che moltissimi hanno pensato

    RispondiElimina
  18. Gasparri, non ci prendi. So che lo vuoi sentir dire, te lo dico io: "Che cadesse un aereo con Berlusconi dentro".
    Ecco, ora puoi gridare all'odio.

    RispondiElimina
  19. La vignetta e il fallo
    di V.S.Gaudio

    Questa storia dei voli mi ha fatto ripensare al Principio di Luposchainsky sui voli:”Se sei in anticipo, sarà cancellato. Se sei puntuale, dovrai aspettare. Se sei in ritardo, sarà troppo tardi”. Insomma, è come la faccenda delle vignette di Vauro in tv, che già è un paradosso, ma come tu sei lì che ti sganasci dal ridere la par condicio inquadra quello della “Legge di Thal”: “Per ogni visione, c’è un’uguale e contraria revisione”, e riscrivi la Legge di Johnson e Lard(“Il mal di denti tende a cominciare di venerdì sera”):”Il mal di denti, o di pancia,comincia di giovedì sera”!
    Quando anni fa, un pederasta filo clericale guardava la vignetta, che Staino mi aveva inviato(roba di 5 lustri fa, vedi “Tango”) con Bobo che mi dice:”Ehi,Vuesse, di pene in meglio!”, aveva l’espressione che il meglio fosse già arrivato; se, invece, la vedeva qualcuno del futuro Popolo della Libertà era come se il pene fosse una specie che solo noi umani(ancora non ci avevano espropriato l’amore, e quindi il Partito dell’Amore era di là da venire anche se il germe dei puttanieri di Tommaso Garzoni(XVI sec.) era tutto nella “Piazza Universale” (cfr. Disc.96:“Dei galanti o innamorati e de’ puttanieri”), un milione di esemplari per le intercettazioni, manco le dita di una mano(quindi nemmeno “Battaglia dei Gesuiti”!)secondo i dati della Libertà e dell’Amore.

    RispondiElimina
  20. Ero in Francia, nei giorni scorsi. Ho ascoltato dalle radio francesi la notizia del disastro aereo; spesso qualche commentatore diceva: "Peccato, a noi certe fortune non càpitano mai". Non ho sentito alcuna replica indignata da parte dei portavoce del Governo francese.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post