I couldn't care less

Che in italiano significa "non me ne può fregare di meno".
E' la risposta di Ringo Starr alla notizia che il Vaticano avrebbe deciso di "riabilitare" i Beatles, all'epoca considerati "satanici".
L'ho sempre detto, io, che qualità musicali a parte il più ganzo di tutti e quattro era lui.

Questo post è stato pubblicato il 13 aprile 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

20 Responses to “I couldn't care less”

  1. ahahahahahah!
    e credo, se potesse, sarebbe la stessa risposta che darebbe galilei, oltre ad un bel calcione su tanti deretani porporati...

    RispondiElimina
  2. Paul McCartney ha reiterato il commento ;) Grandissimi britannici, tra lui ed i commenti di Dawkins ci sarà da ridere quando Ratzinger atterrerà in Inghilterra a settembre :D

    RispondiElimina
  3. Galilei voleva capire l'universo per apprezzare di più la grandezza di Dio, quindi avrebbe gradito, eccome.

    Qualità scientifiche a parte, Ringo è molto più granzo di Galilei.

    RispondiElimina
  4. e alla luce della chiesa attuale e della sua credibilità, credi che gli fregherebbe ancora di essere riabilitato da una simile istituzione, che ogni giorno di più dimostra di aver poco a che fare con dio?

    RispondiElimina
  5. Non che al tempo di Galilei la Chiesa fosse meglio di adesso...

    RispondiElimina
  6. già, ma prima aveva potere di vita e di morte sui sudditi. al massimo adesso ti fa morire dalle risate ( o schiattare di rabbia, vedi tu...)

    RispondiElimina
  7. La vera domanda è : chi glielo ha chiesto all'Oservatore Romano di riabilitare i Fab Four? Mistero...
    Di sicuro gli inglesi daranno filo da torcere al paparazzo appena metterà piede in terra di Albione...

    RispondiElimina
  8. Guarda che hai sbagliato, la risposta originale di Ringo era:
    "AND THESE DICKS!"

    RispondiElimina
  9. ah, perché notoriamente i beatles erano stati "disabilitati". ma mi facciano il piacere i giornalisti che vanno a dare queste imbeccate per ottenere le dichiarazioni a effetto.
    ringo starr fa confusione e ovviamente chi lo stuzzica non lo aiuta. le puttanate sulla musica "satanica" non sono mai state dette dal vaticano o dall'osservatore, ma da alcuni reazionari. in quegli anni i mezzi di comunicazione del vaticano davano recensioni positive a "Dio è morto" di guccini, mentre altri tromboni che forse dicevano di essere cattolici facevano gli scandalizzati.
    quanto alla frase di john lennon, ecco come veniva ripresa dall'osservatore romano all'epoca. non con grande simpatia ma in spirito dialettico, senza nessuna "condanna". ma si sa, per la stampa progressista la chiesa e qualsiasi suo esponente, anche nei mezzi di comunicazione, si esprime solo per "condanne" e "anatemi".
    questi giochini hanno stufato.

    RispondiElimina
  10. Credo che il caustico e velenoso Lennon, se fosse stato ancora tra noi, sarebbe stato in grado di commentare la notizia con altrettanta efficacia.
    Quanto alla presunta "confusione" di Ringo, va ricordato che lui (lui sì) in quegli anni c'era, ed è sicuramente persona ben informata dei fatti- sicuramente più di chi ne viene a conoscenza tramite, che so, wikipedia o i bizantini e interessati articoli dell'osservatore romano.

    RispondiElimina
  11. Per Alessandro che si arrabbia : se anche non fosse vero che all' epoca erano ritenuti satanici e che oggi vengono riabilitati,mi sembra comunque rilevante che Ringo abbia detto che della riabilitazioneda partee della chiesa non gliene importa niente. sta crescendo l'insofferenza nei confronti di alcune posizioni estreme e medievali da parte di certi elementi della gerarchia, che sanno di inquisizione,e che stanno facendo alla chiesa solo del male (e non solo alla chiesa)

    RispondiElimina
  12. Stanno crescendo altrove, Bizzarra...
    Non certo in Italia.

    RispondiElimina
  13. non mi arrabbio :-) ormai c'è solo da sorridere su come molti giornalisti trattano qualsiassi cosa che riguarda anche lontanamente la chiesa e i cattolici. è talmente smaccata e infantile la manipolazione in questo caso che non è proprio il caso di fare polemiche. quanto a quello che ha detto ringo, intanto bisogna vedere come avrebbe risposto se la questione fosse stata proposta in maniera appropriata. e poi che c'è di "bizantino" nel riportare pari pari un articolo dell'epoca? mi sembra che qualcuno qui non riesca a considerare i fatti che riguardano la chiesa senza usare categorie che denigrano o sminuiscono. una presa di posizione è una "condanna". una libera critica (di un giornale, non del papa o chi per lui) è un "anatema". del "demoniaco" non c'è nessuna traccia e nonostante ciò chi richiama ai fatti è "bizantino". vedete un po' voi.

    RispondiElimina
  14. La storiella dei media che ce l'hanno col papa è un'altra declinazione del vittimismo in salsa cattolica che pervade l'Europa negli ultimi tempi.
    Quando uno ama intervenire a gamba tesa in ogni affare, temporale e non, riguardante la vita reale delle persone (non solo i cattolici, ma nella vita di tutti) non può non aspettarsi critiche, anche feroci, da parte della stampa libera (dove c'è).
    Se poi in Vaticano pensano di spadroneggiare impunemente nel resto d'Europa come fanno in Italia (dove il giornalismo è palesemente mansueto e servile nei confronti dei poteri forti, Vaticano incluso), ad occhio e croce, hanno sbagliato strada.

    RispondiElimina
  15. Nel 1965 Lennon disse "I Beatles sono più famosi di Gesù Cristo".
    I Feltri dell'epoca provvidero a trasformare la boutade in un'imperdonabile blasfemia e da lì iniziarono i guai: l'FBI si mise alle calcagna di Lennon e quei bambinoni degli americani si misero a bruciare i dischi dei Beatles sulla pubblica piazza.
    Quindi gli ultras papaboys stiano pure a cuccia. Oggi vincono i Ringoboys (copyright Spinoza) ;-)

    Il fatto che la Chiesa abbia emesso questo comunicato esattamente nei giorni della Sindone suona come una raffinata vendetta della storia.
    Come se Beppe 16 avesse controfirmato la boutade lennoniana.
    Mother Superior jump the gun!

    RispondiElimina
  16. Vi confesso che non riesco a non vedere qualcosa di "geniale" nella gratuità e nell'estemporaneità di certe dichiarazioni o prese di posizione della chiesa cattolica.

    RispondiElimina
  17. ultrapapaboys vallo a dire a qualcun altro. io ho portato fatti e argomenti. la precisazione riportata due commenti sopra questo non smentisce in nulla quello che ho detto. a cuccia.

    all'esorciccio: la vecchia storia del presunto vittimismo della chiesa cattolica ha stufato come altri giochini. è una tua opinione, io dico che la chiesa è attaccata frequentemente e ingiustamente. leggo i giornali da un po' di tempo e presumo di sapere di cosa parlo. e comunque interessante il tuo argomento, che si può sintetizzare così: poiché è opinione di molti che la chiesa fa indebite ingerenze è legittimo criticarla "ferocemente", o meglio calunniarla. bello. che vi devo dire, continuate così.

    RispondiElimina
  18. Ringo for president!!!!

    RispondiElimina
  19. E ci mancherebbe pure che gliene fregasse qualcosa.. ma secondo voi qualcuno si era accorto di codesto giudizio emesso a suo tempo ed ora cambiato ? Non hanno proprio niente di meglio da fare...

    reazione di McCartney <<.. !? ma vaff .. non fatemi perdere tempo !>>

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post