Questioni di ortografia leghista

E’ carino, Luca Zaia. Per celebrare la vittoria, ha scritto sulla Padania un articolo in dialetto veneto. Peccato che sia pieno di pacchiani errori di ortografia.

Per evitare figuracce del genere, in futuro, Zaia sarà meglio che segua di un corso veloce di ortografia veneta, per imparare, ad esempio, quando e come usare la “elle”, mettere le x al posto giusto e gli accenti dove è necessario.

Quanto alla Padania, faranno bene a capire che il federalismo comporta alcuni obblighi, fra i quali quello che le bozze del giornale non le possono far rivedere a degli stranieri. Come i Lombardi, per esempio.

Galatea

Questo post è stato pubblicato il 01 aprile 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Questioni di ortografia leghista”

  1. Fortuna che conosco il dialetto della mia regione, così sarò pronto quando verranno a bussare porta a porta per verificare che sia conosciuto da tutti.

    RispondiElimina
  2. Con KKota avremo più piemontese nelle scuole, peccato che le priorità siano altre! mancano i soldi per tutto.nelle scuole
    In una regione che ha sedimentato dialetti del sud,e adesso altre lingue assortite,secondo lui,e non ho idea di come farà,il piemontese è necessario.No,non fosse che è tragica questa storia mi ricorda il dittatore dello stato libero di bananas, solo che li ridevo.

    RispondiElimina
  3. Una lettura impagabile, veramente grazie. Segnalandoci questa perla, come dicono gli inglesi, you made my day!

    RispondiElimina
  4. Faccio il pignolo visto che giustamente si mette alla berlina Zaia e i suoi errori. Gli errori di ortografia li definirei marchiani, ma non pacchiani (oddio, magari il personaggio può essere pacchiano, ma un errore di ortografia proprio no)...

    enrigol

    RispondiElimina
  5. il dialetto "veneto" e tanto meno l'ortografia "veneta" non esistono.
    solo i venetisti d'accatto abboccano a ste leggende metropolitane.

    RispondiElimina
  6. Bè, intanto può cominciare con il
    "Glossario del dialetto veneziano di terraferma. Provincia nord-orientale di Venezia, Destra Piave Trevigiana, Pordenone, Istria, Dalmazia"
    di Oscar Zambon
    Ed Vianello Libri
    20€ x 448 pagine

    Slotin

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post