Chiare, fresche e dolci acque


A Reggio Calabria non c'è l'acqua potabile, ma invece di investire risorse per ottenerla si destinano 37 milioni di euro alla ristrutturazione delle chiese.

A Roma, viceversa, l'acqua potabile c'è, tanto che il Vaticano se la prende e non la paga.

Quando è questione di liquidi, quelli della Santa Sede è meglio lasciarli stare.

Questo post è stato pubblicato il 09 ottobre 2009 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Chiare, fresche e dolci acque”

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post