Anonima anatemi

Un simpatico anonimo (o più simpatici anonimi mossi dai medesimi intendimenti: sapete com'è, certi personaggi è difficile distinguerli l'uno dall'altro quando hanno un nome e un cognome, figurarsi se non si firmano) mi lascia sul blog la seguente successione di ameni commenti:

  1. Come ho già scritto altre volte su questo sito ci sono dei toni irriverenti che sono offensivi verso la comunità dei credenti e verso la figura del santo padre. Passi per l'insistenza morbosa su argomenti sessuali e scabrosi ma spesso si rasenta la blasfemia che è una cosa che ferisce chi ha la fede. Non si offenda la chiesa!
  2. Non si offende il papa! Punto e basta! Vergogna!
  3. Siti come questi andrebbero chiusi! Dovrebbe essere, anzi è reato scrivere certe cose contro la religione!
Siccome sono notoriamente un pervertito, mi prendo la libertà di partire dal fondo, invitando i nostri amici crociati, allorché abbiano ravvisato nei contenuti di questo blog gli estremi per procurarne la chiusura, ad attivarsi presso le autorità preposte affinché diano corso con tutta sollecitudine al prospettato provvedimento. Andando a ritroso, e passando quindi al punto 2), mi corre l'obbligo di comunicare formalmente che non mi vergogno affatto: prova ne sia che ho l'abitudine di firmare quello che scrivo, al contrario dei miei solerti commentatori, che per inciso invito a risparmiarsi locuzioni quali "punto e basta" e simili, almeno fino alla (da loro) auspicata restaurazione di un regime teocratico con tanto di Santa Inquisizione al seguito; ovvero, alternativamente, a trasferirsi armi e bagagli in paesi nei quali simili atteggiamenti trovano più puntuale e rigorosa applicazione. Quanto al primo punto, infine, detto che in quanto a morbosa insistenza sulle tematiche sessuali i beniamini dei nostri amici anonimi non sono secondi a nessuno, mi limito a rilevare che da queste parti le esortazioni effettuate utilizzando l'imperativo sono tutt'altro che ben accette: suggerisco ai miei gentili commentatori, pertanto, di riservare simili comportamenti a situazioni e contesti ad essi più congeniali, giacché a casa mia, per dirla com'è, faccio come mi pare e piace. Saluti.

Questo post è stato pubblicato il 16 ottobre 2008 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

8 Responses to “Anonima anatemi”

  1. Ben detto Metilparaben! Se poi sono così "sensibili" che si vadano a leggere la bibbia del loro dio...

    RispondiElimina
  2. Mi chiedo se non ci siano tizi davanti ad un caminetto che inneggiano mandando maledizioni di ogni sorta a chi si firma le proprie idee ad esempio in questo Blog,nella stragrande maggioranza dei casi,appunto contro questi anonimi.

    RispondiElimina
  3. Ma non trovi buffissimo quanto considerino intoccabile un'istituzione - composta da persone si suppone abbastanza mature e consapevoli del loro ruolo da accettare critiche - tanto da invocare censure fasciste,
    mentre riservano ai singoli individui una straordinaria mancanza di rispetto, calpestando senza ritegno valori personali e vita privata altrui?

    [Frank Zappa <3]

    RispondiElimina
  4. Il Pastore Tedesco e i suoi cuccioletti hanno il culino molto sporco, quindi, reagiscono (violentemente) ad ogni accenno di critica; per paura che qualcuno possa vedere la cacchina.

    Poarelli, mon hanno ancora capito che é da tempo che la maggioranza degli europei hanno sgamato le tonnellate di merda da loro diffuse sul mondo negli untimi 1.500 anni.

    RispondiElimina
  5. Non puoi capire quanto ha dato fastidio anche a me il tono di questo commento.

    RispondiElimina
  6. Grande Metil che saluta l'anonimo con "catholic girls"....chapeau!

    RispondiElimina
  7. Non c'è niente da fare, sei un numero uno: nessun altro avrebbe saputo scegliere un "saluto" così. Grandioso. Catholic girls
    Ooooooh! Catholic girls Ooooooh!
    Marlow.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post