Terreno comune

Segnalo la lettera di Renato Pierri al Riformista di oggi, riportata dal sito internet dell’UAAR, che dimostra come la battaglia in favore dell’eutanasia non sia patrimonio esclusivo dei non credenti. Malgrado ciò che i vertici vaticani ed alcuni ambienti politici si sforzano di farci credere, sull’argomento è evidentemente possibile trovare un ampio terreno di dibattito e di dialogo comune ai cattolici e a i non cattolici.

Questo post è stato pubblicato il 08 dicembre 2006. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

Scrivi un commento

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post