Barbarie federale

Uccidere è proibito, quindi tutti gli assassini vengono puniti, a meno che non si uccida su larga scala e al suono delle trombe. (Voltaire)

«Mentre lo legavano alla brandina sulla quale avrebbe ricevuto in vena il veleno, Clark sembrava non rendersi conto di che cosa stesse succedendo. Un funzionario gli ha infatti chiesto se volesse rilasciare una dichiarazione, ma lui è parso sorpreso, persino imbarazzato: “Beh”, ha balbettato, “non so che cosa dire, non lo so proprio”. Non ha nemmeno chiesto il tradizionale ultimo pasto del condannato. Ai testimoni che si trovavano al di là del vetro divisorio, tra i quali il suo patrigno, ha detto: “Non sapevo che ci fosse qualcuno”, e poi “Heilà!, salve, come va?”. Poi ha cercato di mormorare ancora qualcosa, ma ormai il veleno stava facendo effetto: sono occorsi sette minuti perché morisse». (da Repubblica.it)

Questo post è stato pubblicato il 12 aprile 2007 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

2 Responses to “Barbarie federale”

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post