Paese mio, che stai sulla collina

Giuseppe Betori, segretario della CEI:

«Garantire il matrimonio significa garantire il futuro del Paese».
Se per Paese intendeva il Vaticano, come dargli torto?

Questo post è stato pubblicato il 28 aprile 2007 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Paese mio, che stai sulla collina”

  1. Sì, l'ho sentito oggi al telegiornale ... Ma quando finirà questa "commedia"? Io sono ai limiti della tolleranza.

    RispondiElimina
  2. Dunque, prossimo Referendum :

    Cattolico vota si

    Ateo vota no

    Agnostico chi si astiene .

    Sarà mai possibile ?

    RispondiElimina
  3. E il seguito: "disteso come un vecchio addormentato" allora, è una metafora di Ratzinger?
    Bacioni.

    RispondiElimina
  4. @giulia-> beata te. io li ho superati da un pezzo.

    @alfredo-> mah.

    @galatea-> altro che addormentato, questo ci distende tutti, a noi.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post