Una nuda coscienza che dà luce agli errori che può fare un uomo che non è divenuto uomo - e quindi per condanna innocente: ecco quanto, nella mia infanzia, posso avere di umano. Sconta in spietate e inutili esperienze l'inesperienza chi in essa resta impuro. Pier Paolo Pasolini, Poesie Disperse

Questo post è stato pubblicato il 19 aprile 2007 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “ ”

  1. Decisamente forte..
    Grazie..

    RispondiElimina
  2. Che si può aggiungere a Pasolini? Al limite, paradossalmente, gli si può solo togliere e qualcuno mi pare che gli abbia già tolto molto, troppo.

    RispondiElimina
  3. @petite julie-> molto, molto forte.

    @marino-> ahimè, è così

    RispondiElimina
  4. Mah, ci sono parole che vanno lette e basta. Lette e assimilate. Poi messe in circolo come nutrimento.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post