Democrazie a confronto

Oggi elimineremo il divieto sul finanziamento federale sulla promettente ricerca sulle cellule staminali embrionali Al momento è sconosciuto il potenziale della ricerca sulle cellule staminali embrionali, e potrebbe essere sopravvalutato. Ma gli scienziati ritengono che queste minuscole cellule abbiano il potenziale di aiutarci a capire, e possibilmente a curare, alcune delle malattie e delle situazioni più devastanti: rigenerare il midollo spinale reciso e consentire ad una persona di alzarsi dalla sedia a rotelle; stimolare la produzione di insulina e risparmiare ad un bambino una vita di aghi; curare il Parkinson, il cancro, le malattie cardiache e le altre che affliggono milioni di Americani e il loro cari"
Discorso di Barak Obama
Sembra innegabile che una volta oltrepassata la fondamentale linea morale che ci impedisce di trattare gli esseri umani come meri oggetti di ricerca, non ci sarà più un punto di arresto. La ricerca sulle staminali embrionali è profondamente immorale e superflua, in considerazione dei recenti sviluppi delle ricerche scientifiche.
L'Osservatore Romano
Negli ultimi anni, quando si è trattato di ricerca sulle staminali embrionali, il nostro governo, anziché far avanzare la ricerca, ha forzato quella che io ritengo essere una falsa alternativa tra solidi principi scientifici e valori morali. In questo caso, io credo che le due cose non siano incompatibili. Come uomo di fede, credo che siamo chiamati ad occuparci gli uni degli altri e alleviare le sofferenze degli uomini. Io credo che ci sia stata data la capacità e la volontà per intraprendere questa ricerca - e il senso si umanità e di coscienza per farlo responsabilmente. Si tratta di un equilibrio delicato e difficoltoso. Molte persone intelligenti e perbene hanno dubbi su questa ricerca, o vi si oppongono strenuamente. E io capisco le loro preoccupazioni, e credo che dobbiamo rispettare il loro punto di vista. Tuttavia, dopo molto discutere, dibattito e riflessioni la strada giusta è apparsa chiaramente. La maggioranza degli Americani - attraverso tutto lo spettro politico, da tutti i background e le credenze religiose - ha ritenuto che dobbiamo continuare nella ricerca; che il potenziale che offre è grande e che, mediante regole chiare e controlli stringenti, i pericoli possano essere evitati.
Discorso di Barak Obama
L'embrione è soggetto non nel significato psichico, ma nel significato ontologico, è degno, fin dal suo apparire, d'essere chiamato per nome. E anche il senso comune ha percepito questa verità: coloro che aspettano un figlio non soltanto parlano di lui, nell'apprensione, nella gioia, nella speranza, ma poco alla volta iniziano a parlare con lui. Il riconoscimento della dignità personale deve essere esteso a tutte le fasi dell'esistenza dell'essere umano: su questa maturità del pensiero si fonda una reale democrazia, capace di riconoscere l'uguaglianza di tutti gli uomini e d'impedire ogni ingiusta discriminazione basata sul loro sviluppo o sulla loro condizione di salute.
Adriano Pessina, direttore del Centro di bioetica dell'Università Cattolica Ora, ditemi, quale delle due voci vi ha convinto di più? Quale vi è sembrata più ragionevole?

Questo post è stato pubblicato il 09 marzo 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “Democrazie a confronto”

  1. Due voci? Scusa, perché oltre a Barack chi c'era?

    RispondiElimina
  2. Domanda difficile!...mmm...fammi pensare...ufff...altro che dubbio amletico: cos'è meglio, la prospettiva di eliminare alcune malattie e tutto il loro enorme strascico di sofferenza, facendo compiere un vero balzo in avanti all'intero consorzio umano, o accontentarsi di fare ciò che (pare) faccia piacere a un'invisibile divinità, o meglio ai suoi sedicenti rappresentanti, in nome di una moralità che cambia a seconda delle convenienze del momento???
    Ma anche tu, te ne vieni con queste domande difficilissime a prima mattina, su...

    RispondiElimina
  3. In vaticano staranno smadonnando brutalmente. Olè!!

    RispondiElimina
  4. smadonnando, no! non si può... al massimo staranno dicendo: "poffarre, perdincibaccolina, acciderba, mannaggia i pesciolini!"

    RispondiElimina
  5. quello che più sconforta è che la stragrande maggioranza degli americani è d'accordo con Obama,
    pur essendo molto più religiosi di noi italiani,
    se venisse posto lo stesso problema anche in Italia (e da chi? dal Pd?) probabilmente metà degli italiani sarebbe favorevole, ma la'ltra metà contraria,
    e questo in un paese dove i veri fedeli non sono neppure il 30%.
    c'è molta confusione in giro.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post