Proibizionismo contraddittorio

Il Sindaco di Torino Sergio Chiamparino illustra al Corriere i motivi che lo inducono a ritenere il proibizionismo l’unica strada efficace per combattere la droga:

«Troppa droga per le strade».
«Poi parli con i cittadini e ti accorgi che hanno paura, quella che si chiama “insicurezza percepita”. E se non hanno paura quanto meno sono a disagio quando vedono lo spaccio e il consumo, che ormai sono ovunque».
«No, la libertà delle persone deve restare, non propongo la galera per i consumatori. Ma non sono disposto a fare finta di niente, bisogna mettere un argine al mercato incontrollato e al messaggio che drogarsi non è un problema.

Troppa droga per le strade, cittadini terrorizzati dalla delinquenza legata al commercio clandestino, necessità di arginare un mercato incontrollato: chissà se Chiamparino si rende conto che il suo intervento, in realtà, è un perfetto spot in favore della legalizzazione.

Questo post è stato pubblicato il 08 maggio 2007 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

3 Responses to “Proibizionismo contraddittorio”

  1. Rigurgiti di Stalinismo ?
    E dai, dì la verità, questa te la sei inventata tu!!!

    Comunque questo sindaco è quello che ha detto che il " movimento è tutto e che il fine è nulla ".

    Buona novella per Vomty, adesso fai un bandem con Chiompy !

    RispondiElimina
  2. Troppe cazzate per le strade, anche qui urge una ventata antiproibizionista e rigorosamente bipartisan.

    RispondiElimina
  3. @alfredo-> magari, l'avessi inventata io...

    @galatea-> troppe, davvero.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post