Carta assorbente

Sono nato a Roma, ci vivo da quarant'anni suonati e non sono uno di quelli che si fa un fine settimana fuori città ogni volta che può.

Ragion per cui non vi stupirete del fatto che non abbia mai visitato la Ciociaria pur avendola a pochi chilometri di distanza, e che quindi di quella zona, tutto sommato molto vicina al posto dove vivo, non sappia granché.
Cionondimeno mi sono assai meravigliato, stamattina, allorché sono passato accanto a un McDonald's e ho visto la pubblicità di un nuovo panino chiamato "Ciociaro": panfocaccia al rosmarino, pollo croccante, insalata e formaggio cremoso insaporito al bacon.
La cosa mi ha colpito, perché uno un posto può anche non conoscerlo, ma così, a lume di naso, tende a farsi lo stesso una vaga idea di come quel posto possa essere: e a me la Ciociaria, che come ripeto non conosco affatto, non aveva mai dato istintivamente l'idea di essere un posto noto per la sua produzione di focacce, pollo fritto, formaggio cremoso e bacon.
Così, appena ho avuto un computer per le mani, mi sono collegato a internet e ho cercato su Google "piatti tipici Ciociaria"; tanto per curiosità, diciamo, e per verificare se fossi io ad essermi fatto un'impressione del tutto sbagliata di quel posto, oppure se fossero quelli di McDonald's a prenderci allegramente per il culo affibbiando ai loro piatti dei nomi privi di qualsiasi attinenza con la realtà.
Ebbene, dalla mia ricerca ho appreso che la cucina ciociara è davvero ricca di pietanze invitanti: polenta, gnocchi, salsicce, coniglio, agnello, panzanella; ma di pollo croccante, formaggio spalmabile e pancetta, anche a volerli cercare con lanternino, nessuna traccia.
Allora, amici, mi è venuta una gran tristezza: per un'inezia, certo, ché l'inesatta attribuzione del nome al panino di un fast food non può certo essere considerata una sciagura di portata nazionale; ma un'inezia secondo me importante, perché indicativa della passività con la quale ciascuno di noi si beve tutte le stronzate che gli vengono propinate, assorbendole quasi senza accorgersene, metabolizzandole inconsapevolmente e trasformandole così, in modo pressoché subliminale, in dati acquisiti per sempre.
I reponsabili marketing di McDonald's avrenno sicuramente scelto proprio quel nome, "Ciociaro", per una ragione precisa (chissà, magari per sollecitare i consumi facendo appello alla passione popolare per i prodotti regionali, o chissà che altro); sta di fatto,  però, che avrebbero potuto tranquillamente sceglierne un altro qualsiasi (che so io, "Salentino", "Brianzolo", "Austriaco", "Polinesiano", "Marziano"), e il risultato sarebbe stato esattamente lo stesso: quasi nessuno ci avrebbe fatto caso, e le persone si sarebbero bovinamente messe in fila alla cassa, com'è sempre accaduto, aspettando il loro turno per chiederlo all'inserviente con l'acquolina in bocca, come se niente fosse ("Ah, che peccato, il Congolese è finito? Peccato, io adoro il bacon...").
Così, dall'inezia del panino di McDonald's il discorso si allarga a macchia d'olio e diventa assai più importante: il punto, gente, è che noi non pensiamo quasi più, perché c'è qualcun altro che pensa per noi e che ci prende in giro contando sulla nostra passività, sulla nostra distrazione, sulla nostra raffinatissima capacità di assorbire qualsiasi cosa ci venga detta senza sottoporla ad alcun vaglio critico.
Qualcuno, leggendo questo post, penserà che la sto facendo troppo lunga: in fondo si tratta solo di un panino.
Però, se ne avete la voglia e il tempo, provate a fare l'esercizio di trasporre il discorso a qualsiasi altro argomento: la politica, i giornali, la sanità, l'economia, la televisione.
E poi ditemi se non vi mettete paura anche voi.

Questo post è stato pubblicato il 25 aprile 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

11 Responses to “Carta assorbente”

  1. Perché non sciviamo con firme collettive alla MacDonald? Chi se ne importa se non serve a nulla, ma almeno non siamo passivi. Gli diciamo che il loro panino non corrisponde a un piatto ciociaro e che ci riteniamo offesi.
    Maddalena Balsamo

    RispondiElimina
  2. http://styleandfashion.blogosfere.it/images/parmigiano%20reggiano_01.jpg

    Ci pensavo anch'io ieri. Guarda un po' la foto..
    Zitti zitti, digeriremo il concetto di 1/4 di libbra con formaggio (altrimenti detto Royal with cheese)

    RispondiElimina
  3. LA COLPA è DI CHI VA A MANGIARE AL Mc DONALD, NON DI Mc DONALD, CHE FA I SUOI INTERESSI. O NO?
    SE LE PERSONE RITORNASSERO UN PO' CON I PIEDI PER TERRA E MANGIASSERO SANI PANINI CON LA MORTADELLA O COL SALAME O CON LA FRITATTA, Mc DONALD SE NE RITORNEREBBE DA DOVE è VENUTO CON LA CODA FRA LE GAMBE.
    UN PANINO CON MORTADELLA (QUELLA BUONA, OVVIAMENTE) E PANE FRESCO COME DIO COMANDA (DALLA SICILIA ALLE MARCHE, PIù O MENO, FETTE LUNGHE 20/30 CM, CON OCCHIATURA PERFETTA E CROSTA DA CAMPIONATO, SE NE FREGA DI TUTTE LE ZOZZURE DEL Mc.

    RispondiElimina
  4. LA COLPA è DI CHI VA A MANGIARE AL Mc DONALD, NON DI Mc DONALD, CHE FA I SUOI INTERESSI. O NO?
    SE LE PERSONE RITORNASSERO UN PO' CON I PIEDI PER TERRA E MANGIASSERO SANI PANINI CON LA MORTADELLA O COL SALAME O CON LA FRITATTA, Mc DONALD SE NE RITORNEREBBE DA DOVE è VENUTO CON LA CODA FRA LE GAMBE.
    UN PANINO CON MORTADELLA (QUELLA BUONA, OVVIAMENTE) E PANE FRESCO COME DIO COMANDA (DALLA SICILIA ALLE MARCHE, PIù O MENO, FETTE LUNGHE 20/30 CM, CON OCCHIATURA PERFETTA E CROSTA DA CAMPIONATO, SE NE FREGA DI TUTTE LE ZOZZURE DEL Mc.

    RispondiElimina
  5. Fortunatamente per il sottoscritto, con mia figlia, i responsabili del marketing hanno toppato in pieno!

    Sono ormai tre anni (forse quattro9 che non metto piede in un McDonald.

    Da quando, sotto natale, la pubblicità televisiva diceva
    "Quest'anno i regali non li porta babbo natale li porta McDonald ..."

    Al che la mia piccola esclamò
    "Non è vero sei un bugiardo, e io da te non vengo più!!!"

    Inutile dire che mi son ben guardato di spiegarle che la pubblicità non intendeva quanto lei aveva capito! :-)

    RispondiElimina
  6. La politica, i giornali, la sanità, l'economia, la televisione.
    Non hai dimenticato qualcosa? Mi stupisci........

    RispondiElimina
  7. A me questo post sembra un delirio "attacco qualcosa per il gusto di farlo", ma non ho voglia di pensarci su e mi declasso da solo alla categoria di chiacchiere da bar.
    X maddalena0307: non è proprio vero che non serve: il boicottaggio informato è il metodo base di pressione dei consumatori sui produttori.
    Io prendo sempre il panino "diverso" del Mac, nella speranza che abbia un sapore diverso, e spesso ce l'ha. Non dimenticherò mai l'Aladino, sigh...

    RispondiElimina
  8. Mah...Non sono un frequentatore, ma nemmeno un detrattore "a prescindere" di McDonald. Sarò strano, ma a me alcune cose che fanno mi piacciono (come mi piace il "fattoria" di Autogrill). Però, ed è forse questo il punto, prima di scegliere mi leggo gli ingredienti. Del nome non me ne può fregare di meno. Magari, anche questo è "consumo critico". Quanto alle trasposizioni...forse hai ragione. Se penso alla Ciociaria "politica" mi vengono i brividi...:-)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post