Il candore virgineo della Santa Sede...

Il Giornale... Repubblica... Corriere della sera... E potrei continuare con la quasi totalità delle testate giornalistiche... Capisco il diramare un comunicato stampa della segreteria dello stato pontificio, cosa diversa è assegnargli di default la prima pagina, magari accompagnata da foto e approfondimenti tesi ad avvalorare supinamente il "verbo" del Vaticano. Singolare poi la frase inserita nel comunicato stesso: "E' in atto una campagna mediatica senza precedenti"... Escluse, ovviamente, quelle che il Vaticano stesso mette in atto in maniera costante e continua da sempre...

Questo post è stato pubblicato il 17 aprile 2009 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

10 Responses to “Il candore virgineo della Santa Sede...”

  1. Il Vaticano dice la sua, se lo facesse senza rompere i cabasisi agli altri quando dicono la loro, ci farebbe più bella figura.
    Ciò che mi piace di più è la proporzione inversa che c'è tra l'aumentare della propaganda mediatica e la diminuzione di gente nelle chiese.
    Volto lo sguardo sui titoli di giornale e comincio a sorridere quando vedo una chiesa.
    Ps. quest'anno a casa mia non si è fatto sentire il prete della benedizione pasquale. Mi sa che le chiese non si stanno svuotando solo di fedeli...

    RispondiElimina
  2. Penso che la catena esatta sia la solita:
    Vaticano - Direttori di giornali - partiti politici - elettorato cattolico (sempre meno).
    Ps.
    Da me il prete non passa più da quando gli ho aperto camminando a quattro zampe sul soffitto...

    RispondiElimina
  3. Hai ragione. Mi domando: il Presidente dell'Argentina, per esempio, avrà detto qualcosa oggi? Penso di sì. E il capo della chiesa ortodossa russa, avrà fatto un'estrenazione? Perché non ne leggiamo sulla prima pagina?
    E perché invece le sparate del gonnellone assurgono sempre agli onori della cronaca?
    Non è una capo di stato straniero pure lui?
    Non è anche lui a capo di una chiesa?
    Ma con loro siamo sempre a 90°...

    RispondiElimina
  4. E' la cattiva coscienza della nostra classe dirigente...
    Nei paesi civili la politica si è fatta nettamente sentire per cassare le idiozie proferite dall'(in)fallibile bocca.
    Da noi tutti zitti (se andava bene, altrimenti giù a dichiararsi d'accordo).
    In questa situazione, dare ragione agli psicoVat vuol dire allinearsi non solo a B16, ma anche ai nostri ineffabili politici
    Silvia

    RispondiElimina
  5. Presto saranno una voce che chiama nel deserto...

    RispondiElimina
  6. Non vi sembra che in troppi ritengano che pensarla diversamente da loro sia una buona ragione per non farli più parlare? Io comincio ad esserne preoccupato.
    Io penso che il mio diritto di pensare e dire che la vedo diversamente sia lo stesso che hanno loro.

    RispondiElimina
  7. @ Kaizen Sose
    Hai ragione. Infatti l'atteggiamento più saggio (e probabilmente più efficace) sarebbe quello di ignorare totalmente tutti i peti che vengono dal vatik-ano. Il problema enorme, almeno qui in vatik-aglia, è che abbiamo dei governanti e potentucoli vari costantemente piegati a 90° per riverire al meglio il grande primate e la sua corte e trarre ispirazione da tutte le folate che giungono da oltretevere.

    RispondiElimina
  8. Mah, questa notizia non è neppure arrivata all'estero... di che si tratta?
    :)

    RispondiElimina
  9. La campagna mediatica per 'autoincularsi' (se leggessero questa parola, sai che arrapamento sotto le nere sottane! :-) se la stanno facendo da soli, rompendo i coglioni a tutti e per qualsiasi motivo: solo che negli altri paesi reagiscono.
    Più passa il tempo e più cresce la fede: la Fede nella loro fine!!!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post